I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > Riconfermati anche per il prossimo biennio i due Bollini Rosa per l’Ospedale di Dolo e per l’Ospedale di Mirano

Riconfermati anche per il prossimo biennio i due Bollini Rosa per l’Ospedale di Dolo e per l’Ospedale di Mirano

venerdì 24 Gennaio 2020
Due Bollini Rosa per l’Ospedale di Dolo ed altri due per l’Ospedale di Mirano: la Fondazione Onda riconferma, anche per il prossimo biennio, la bontà dei servizi ospedalieri del Distretto di Mirano-Dolo della Ulss 3.
“Questo riconoscimento attribuitoci dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere – ha detto il Direttore Generale della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben – ci dà soddisfazione e ci sprona a fare sempre meglio per garantire, alla popolazione femminile, servizi e percorsi efficaci, dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura. Negli Ospedali di Dolo e Mirano, in questo caso, sono stati valutati buoni i percorsi “rosa” realizzati nel reparto di Ginecologia e Ostetricia, nella Neurologia, nella Cardiologia e Medicina dello Sport, nella Urologia e Oncologia, per fare alcuni esempi, senza togliere nulla agli altri servizi”.
La valutazione – Onda valuta e certifica dal 2007 gli ospedali italiani attenti alla salute femminile - delle strutture e l’assegnazione dei Bollini avviene tramite un questionario compilato dai vari Primari, che attestano la presenza di servizi dedicati e specifici per le donne.
“Anche a Dolo e Mirano – ha spiegato il Primario della Ostetricia e Ginecologia, il Dottor Franco Garbin – si lavora pienamente, prendendo per mano ogni donna e accompagnandola nel suo percorso di cura, cercando di fornire a ciascuna una risposta ad personam. Ricordo, ad esempio, che in questo reparto c’è un ambulatorio e un servizio di follow up per la patologia endometriosica; c’è il servizio per il trattamento della fibromatosi uterina; sempre nel reparto sono attivi gli ambulatori per il percorso diagnostico-terapeutico dedicato alle patologie uro-ginecologiche e per la cura del pavimento pelvico, per cui è prevista anche la riabilitazione. L’attenzione viene offerta anche per quei casi femminili dove persiste il dolore cronico post partum ed ai casi di sterilità di primo livello per cui è previsto un ambulatorio. Presenti i servizi di diagnosi prenatale invasivi (amniocentesi e villocentesi), come è presente un ambulatorio dedicato alle gravidanze a rischio gestito da un’équipe multidisciplinare. Il reparto offre un servizio psicologico per la donna che affronta una gravidanza patologica ed è prevista anche una consulenza di genetica medica ai genitori. Infine, in collaborazione con la Ginecologia di Mestre, ci occupiamo attivamente della ginecologia oncologica con un gruppo multidisciplinare di riferimento (ecc.)”.
Un altro esempio di reparto dove si scommette sulla donna è sicuramente la Cardiologia e Medicina dello Sport, dirette dal Dottor Salvatore Saccà e dal Dottor Franco Giada. Nell’Ospedale di Mirano c’è un Pronto Soccorso Cardiologico ed è presente un ambulatorio di prevenzione cardiovascolare con protocolli dedicati alle donne. Idem per gli ambulatori dedicati alla ipertensione arteriosa, allo scompenso cardiaco, all’aritmologia. E’ prevista anche una riabilitazione cardiovascolare e un servizio integrato con le strutture territoriali per la gestione della paziente nel post dimissione. Inoltre l’Ospedale offre un percorso di diagnosi e monitoraggio delle complicanze cardiologiche causate dalle terapie oncologiche ed è presente, come fiore all’occhiello, l’ambulatorio dedicato alle donne in menopausa (ecc.).
Nella Neurologia di Mirano, per fare un altro esempio virtuoso, reparto diretto dal Dottor Luigi Bartolomei, è presente un servizio di diagnosi precoce della malattia di Alzheimer ed altre demenze con protocolli al femminile; lo stesso vale per la malattia del Parkinson e del disturbo del movimento. L’Ospedale, inoltre, collabora con altri enti territoriali per la continuità assistenziale delle pazienti affette da malattie neurodegenerative (ecc.). Si ricorda che lo scorso anno, al centro di Sclerosi Multipla operativo all’interno del reparto neurologico, è stata consegnata, sempre da Onda, la targa “Una Cicogna per la Sclerosi Multipla: il riconoscimento attesta come a Mirano siano stati attivati dei percorsi dedicati per le donne in età fertile affette da questa patologia.
Nella Urologia di Dolo diretto dal Dottor Giorgio Artuso, ad esempio, è presente un ambulatorio multidisciplinare per la gestione del pavimento pelvico (anche per la gestione del dolore), per la gestione dell’incontinenza urinaria e dei disturbi della menzione femminile. E’ presente un servizio di chirurgia mininvasiva (ecc.).
Si ricorda anche l’esempio della Oncologia di Mirano, diretta dal Dottor Giuseppe Azzarello, dove c’è un percorso diagnostico-terapeutico e di follow up per tutti i tumori solidi, tra cui i tumori della mammella, per i tumori genitali femminili, per i tumori della pelle, per i tumori al polmone e alla tiroide. Inoltre è attivo un ambulatorio multidisciplinare di Oncogenetica e un servizio di Psiconcologia. L’Ospedale aderisce agli screening oncologici e collabora attivamente con enti territoriali per la continuità assistenziale delle pazienti oncologiche.
Soddisfatto il Direttore Generale della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben: “L’Ulss 3, quest’anno ha raccolto per tutti i suoi Ospedali un bel numero di Bollini (ben tredici in tutto) e questo risultato ci dà maggiore grinta per continuare su questa strada che è il frutto di un grande impegno di condivisione tra dirigenza medica e i vari servizi ospedalieri costantemente impegnati a garantire percorsi dedicati alla donna, anche in termini di accoglienza e di accompagnamento”.
 
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito