I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > Malattie reumatiche: al Civile un convegno su impatto sociale e nuove vie terapeutiche offerte ai pazienti

Malattie reumatiche: al Civile un convegno su impatto sociale e nuove vie terapeutiche offerte ai pazienti

martedì 22 Ottobre 2019
​Le malattie reumatiche sono fra le malattie più frequenti nella popolazione: “Sono causa rilevante di dolore cronico e disabilità – spiega il professor Leonardo Punzi – con ricadute enormi e pesanti conseguenze quanto ai ‘costi’ sociali per la cura e l’assistenza. All’incirca un quarto della popolazione è colpita da questa patologie reumatiche, le quali costituiscano il gruppo di malattie che più frequentemente causano invalidità”. Tuttavia restano ancora largamente sottovalutate, sottolinea il coordinatore Area Reumatologica Veneziana dell’Ulss 3 Serenissima, al punto che meritano certamente la definizione di malattie “silenti” spesso loro attribuita. “Eppure la scienza medica in Reumatologia – sottolinea ancora il professor Punzi – ha compiuto importanti progressi, rendendo disponibili per la maggior parte di queste malattie farmaci assolutamente innovativi. Occorre quindi superare il ritardo notevole nella diagnosi precoce, che invece permetterebbe di migliorare nettamente il rapporto costo-beneficio, comprese la riduzione dei ricoveri ospedalieri e le comorbidità”.
Su questi temi, l’Ulss 3 Serenissima ed Hemove Onlus, di cui Punzi è presidente, organizzano un convegno che si svolge giovedì 24 ottobre all’Ospedale Civile di Venezia. Si discuterà di tutti gli aspetti inerenti le malattie reumatiche, incluse le modalità di approccio terapeutico più innovative, che configurano la cosiddetta “medicina di precisione”. Si prenderanno anche in considerazione alcuni temi legati alle nuove tecnologie che influenzano sempre più il rapporto medico-paziente attraverso la richiesta di informazioni via web.
Il convegno, che si apre alle ore 9.00, vedrà la partecipazioni di medici di medicina generale e specialisti del settore, in particolare reumatologi, fisiatri, fisioterapisti, infermieri e psicologi. “Verranno presentate anche alcune fra le iniziative più originali portate avanti da Hemove – ricorda il professor Punzi – tra le quali il progetto ‘Ambiente, Architettura, Psicologia e Salute’ avviato per individuare nuovi strumenti da mettere a disposizione dei pazienti, e della popolazione in generale, che prendono in considerazione le influenze dell’ambiente architettonico sul benessere psicologico delle persone, soprattutto quelle più fragili. E in questo contesto Venezia è emblematica, in quanto rappresenta un esempio di come la bellezza architettonica, quando negata o sottratta da barriere naturali o artificiali, si trasforma in elemento di frustrazione e di depressione, costringendo i soggetti fragili ad abbandonare o fuggire da questa città”.
 
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito