I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > "Herpes Zoster", la vaccinazione della classe '53 non ha scadenza: si prenda appuntamento senza fretta

"Herpes Zoster", la vaccinazione della classe '53 non ha scadenza: si prenda appuntamento senza fretta

mercoledì 31 Ottobre 2018
In questi giorni, il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Ulss 3 ha inviato una lettera ai cittadini nati nel 1953 invitandoli alla vaccinazione gratuita contro l'Herpes Zoster. Nella lettera si specifica che, per la vaccinazione, è necessario prendere l'appuntamento. Visto l'interesse e l'alta partecipazione che stanno dimostrando i nostri cittadini all'invito, il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica Aziendale ci tiene a sottolineare che non si tratta di una vaccinazione da eseguire con urgenza perché il virus in questione colpisce con particolare frequenza al di sopra dei 70 anni. I cittadini, pertanto, possono prendere l'appuntamento senza fretta e senza preoccuparsi se non verrà assegnato in tempi rapidi.
Si ricorda all'utenza che per informazioni, posso essere consultati siti istituzionali come ad esempio http://www.vaccinarsinveneto.org. 

L’Herpes Zoster (HZ), conosciuto anche come fuoco di Sant’Antonio, è una patologia comune e talvolta debilitante causata dalla riattivazione del virus della Varicella Zoster (VZV), contratto generalmente nel corso dell’infanzia. L’incidenza dell’HZ è simile in tutto il mondo e correla con l’età della popolazione: in media circa una persona su 4 sviluppa HZ nel corso della vita e la patologia interessa circa la metà dei soggetti che vivono fino a 85 anni. In genere l’HZ si verifica solo una volta nella vita di un individuo, tuttavia, è possibile che anche soggetti immunocompetenti possano soffrire di più episodi di HZ. La complicanza più frequente è rappresentata dalla nevralgia post-erpetica, che si verifica o persiste per almeno 3 mesi dopo l’insorgenza del rash o del dolore acuto da HZ.  Il vaccino contribuisce a controllare la riattivazione e la replicazione del virus, permettendo così di prevenire lo sviluppo dell’herpes zoster (efficacia tra il 51% e il 70%) e della Nevralgia Post Erpetica (efficacia del 67%). Il vaccino può essere effettuato a partire dai 50 anni di età, anche in persone che non ricordino di aver avuto la varicella in precedenza e in coloro che hanno già manifestato episodi di herpes zoster. Non sono attualmente previsti richiami nel tempo. Le reazioni avverse più comuni sono rappresentate da reazioni al sito di iniezione (eritema, gonfiore, prurito, dolore, talvolta ecchimosi o indurimento), mal di testa e dolore alle estremità (in più dell’1% dei casi); nella maggior parte dei casi di lieve per intensità.
 
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito