I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > "Bimbi al sicuro”: a Chioggia i corsi salvavita si tengono in spiaggia

"Bimbi al sicuro”: a Chioggia i corsi salvavita si tengono in spiaggia

giovedì 02 Agosto 2018
Cinque minuti di asfissia cerebrale mettono a rischio la vita di un bambino, ma a salvarlo possono essere poche semplici manovre “salvavita”. Per questo a Chioggia gli operatori dell’Ulss 3 Serenissima sono fortemente impegnati ad insegnare agli adulti come possono intervenire sui bambini in situazione di rischio: “Lo facciamo anche in spiaggia – spiega il Direttore Generale Giuseppe Dal Ben – per intercettare i genitori, i nonni, i villeggianti, per trasformarli in protagonisti della prevenzione e della catena del soccorso. La spiaggia è una situazione di svago, in cui gli adulti possono dedicarsi volentieri ad imparare queste tecniche, ma è anche una situazione non è esente da rischi e dove, quindi, è bene che si diffondano tecniche e attenzioni a tutela dei nostri bambini”.
  
E’ il quinto anno consecutivo che gli operatori sanitari della Pediatria e del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Chioggia si mettono al servizio gratuito della popolazione per insegnare le tecniche “salvavita”. L’appuntamento di oggi, dedicato alle manovre di disostruzione delle vie aeree dei bambini, si è svolto nella mattinata presso i Bagni Arcobaleno. In questa occasione, aperta a tutti – mamme, papà, nonni, ecc. – il Primario del Pronto Soccorso Andrea Tiozzo e il Primario della Pediatria Mario Lattere, coadiuvati dagli infermieri, si sono messi a disposizione dei cittadini per insegnare le manovre corrette che possono, ad esempio, aiutare una mamma ad imparare come comportarsi qualora il proprio bambino dovesse ingoiare inavvertitamente un giocattolo, oppure dovesse trovarsi con la gola ostruita dal cibo ingoiato voracemente.  
Gli incontri prevedono sia lezioni di teoria che di pratica con l’ausilio di appositi manichini.
“L’Ospedale di Chioggia – ha ricordato il Direttore Generale della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben – ormai da anni ‘esce’ sul territorio, per promuovere e insegnare anche a chi non è medico o infermiere, come poter salvare una vita. Come? Ad esempio con questi con i corsi di disostruzione pediatrica da corpo estraneo e di rianimazione cardiopolmonare. Un lavoro fatto a tappeto in questo territorio, in estate ma anche in inverno, dai nostri istruttori che ci ha permesso anche di raccoglierne i frutti: ricordiamo ad esempio quella mamma che circa tre anni fa, dopo aver partecipato al nostro corso, era riuscita a far espellere al figlioletto un giocattolino che aveva ingoiato liberandogli velocemente le vie aeree, salvandogli così la vita”.
 
“Si tratta di corsi semplici, studiati perché siano utili – ha sottolineato il Primario di Pediatria Mario Lattere – e portati là dove ci sono gli adulti. Permettono ai neogenitori di essere in grado di affrontare con consapevolezza e maggiore sicurezza una eventuale emergenza”. “Importantissimi – ha aggiunto il Primario del Pronto Soccorso Andrea Tiozzo – perché rafforzano la cosiddetta ‘catena della sopravvivenza’ che ci permette di aumentare le possibilità di salvare una vita: anche se l’intervento del 118 è rapido, bastano cinque minuti di asfissia cerebrale per mettere a rischio la vita di un bambino. Se vicino a lui c’è una persona che conosce le manovre di emergenza, questo rischio si riduce notevolmente”.  
 
Sono circa 3000 le persone formate ai corsi salvavita di Chioggia. Nello specifico dei corsi per la disostruzione pediatrica, solo lo scorso anno, sono state formate in spiaggia circa 200 persone.
Quest’anno i volontari dell’Ulss 3 Serenissima, sostenuti dal contributo di Cuore Amico, propongono quattro appuntamenti nel litorale di Sottomarina: oltre a quello odierno, se ne è svolto uno lo scorso 23 luglio presso i Bagni Vianello; il prossimo evento si terrà il 7 agosto presso il Camping Tredue; infine, il 22 agosto sarà la volta dei Bagni Perla.
I corsi per la disostruzione pediatrica sono stati organizzati a Chioggia anche per le maestre del territorio e per i bambini delle quinte elementari.

 
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito