I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > Venerdì 10 novembre a Camponogara un evento di educazione sanitaria

Venerdì 10 novembre a Camponogara un evento di educazione sanitaria

mercoledì 08 Novembre 2017
L’Associazione Cavalieri dell’O.M.R.I. della Riviera del Brenta, con la collaborazione delle Associazioni Cuore Amico Mirano onlus e A.N.T.E.A.S di Camponogara, e il patrocinio della Ulss 3 e del Comune di Camponogara, ha organizzato per venerdì 10 novembre un incontro di educazione sanitaria per la popolazione.
L’evento, che è organizzato presso la sala consiliare del Comune di Camponogara alle ore 20.30, vedrà come relatori alcuni professionisti del Distretto di Mirano Dolo della Ulss 3: il primario della Cardiologia di Mirano, il dottor Salvatore Saccà; il facente funzioni primario della Medicina dello Sport Cardiologia Riabilitativa, il dottor Franco Giada; il primario di Oculistica, il dottor Romeo Altafini.
Si tratta di un convegno rivolto alla popolazione su alcune tematiche attuali, quali l'importanza dell'angioplastica nei pazienti con infarto miocardico e il ruolo fondamentale che ha la Cardiologia riabilitativa nella fase post-acuta dell'infarto, al fine di restituire il paziente ad una vita di relazione, sociale e lavorativa normale. Infine, è previsto l'intervento anche dell'oculista su un argomento "nuovo", qual è l'importanza della dieta corretta anche per la salute dell'occhio: sono da evitare, infatti, soprattutto nei bambini, quelle diete monotematiche che non permettono un corretto apporto nutrizionale utile a favorire il giusto sviluppo organico dell’occhio.
“Una iniziativa – ha detto il Direttore Generale della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben – organizzata grazie alle associazioni di volontariato che in questo territorio sono molto presenti e attente ai bisogni di salute, anche in termini informativi, dei nostri cittadini. Spero, pertanto, che ci sia una partecipazione numerosa”.
 
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito