I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > Martedì 10 ottobre c’è l’Obesity Day, l’Ulss 3 aderisce alla Giornata Nazionale con due iniziative

Martedì 10 ottobre c’è l’Obesity Day, l’Ulss 3 aderisce alla Giornata Nazionale con due iniziative

domenica 08 Ottobre 2017
L’Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi dell’Ulss 3 del Distretto Dolo-Mirano aderisce alla Giornata Nazionale dedicata alla prevenzione dell’obesità, cioè all’ “Obesity Day”, appuntamento arrivato alla sua diciassettesima edizione. Il motto della Giornata quest’anno è “Salute InForma, controlla il peso, riscopri la tradizione”: l’obiettivo è di sensibilizzare la popolazione nei confronti dei rischi dell’obesità e del sovrappeso.La Giornata, che si celebra martedì 10 ottobre, si articola in due momenti: il primo è rappresentato dal tradizionale appuntamento previsto nell’Ospedale di Dolo con visite ed esami gratuiti. Tutti possono aderire senza limite di numero: basta presentarsi dalle 8.30 alle 13.30 presso l’area allestita al primo piano dell’Ospedale (parte nuova della struttura ospedaliera, dove si trova anche il Cup, Centro Unico di Prenotazione). Qui, medici e infermieri del servizio di Nefrologia, in collaborazione con la Dirigenza Medica, insieme ai volontari dell’Avo (Associazione Volontari Ospedalieri) e dell’Aned (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto), accoglieranno i cittadini ai quali verrà distribuito del materiale informativo sui corretti stili di vita. Inoltre, chi lo vorrà, potrà essere visitato e sottoposto ad alcuni esami del sangue e delle urine per valutare il proprio stato di salute. “Verranno rilevate gratuitamente, senza bisogno di impegnativa medica – ha spiegato la responsabile del reparto Gina Meneghel - il colesterolo, la glicemia, la pressione arteriosa, il peso e l’indice di massa corporea”. Il secondo momento della Giornata è costituito da una tavola rotonda che si terrà a Mestre, nell’Aula Grande S. Maria delle Grazie, alle 17.00. L’evento, aperto alla cittadinanza, sarà presentato dalla dottoressa Meneghel insieme al dottor Michele Tessarin, Direttore Funzione Ospedaliera Ulss 3. Diversi gli interventi che saranno tenuti da professionisti di tutto il Veneto. “Bisogna rammentare – ha evidenziato il Direttore Generale della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben – che l’obesità è un grave problema di salute che si colloca tra i principali fattori di rischio per patologie importanti come le malattie cardiovascolari, l’ipertensione, il diabete, le malattie renali, in particolare la nefroangiosclerosi. Per questo non va sottovalutato lavorando molto sulla prevenzione e, quindi, sulla promozione degli stili di vita”.L’ISTAT ha confermato il dato che la popolazione italiana sta aumentando di peso, in questi ultimi vent’anni l’ago della bilancia è salito vertiginosamente ed il 46% della popolazione ha problemi di eccesso ponderale, quindi sono venti milioni gli italiani che hanno problemi di peso. L’obesità non risparmia nemmeno le fasce dell’infanzia, secondo i dati forniti dall’ISTAT siamo al primo posto in Europa, vera e propria “maglia nera”, infatti il 36% dei bambini ha problemi di eccesso di peso e di questi ben il 12% è decisamente obeso. E’ presente peraltro una marcata differenza tra il Nord e il Sud, dove la patologia è prevalente, ad esempio il Molise un totale52% con ben il 14.1 di obesità, a fronte del Trentino Alto Adige con un 34.9% con il 7.8% di obesi. L’Ulss 3 aderisce alla campagna di prevenzione dell’Obesity Day dal suo esordio, nel 2001: che l’obesità crei problemi lo evidenzia anche una indagine della ex Ulss 13 eseguita su 170 pazienti cronici in insufficienza renale in fase terminale, di cui il 45,1% è risultato in sovrappeso e ben il 30% obeso (un 75% complessivo di sovrappesi-obesi che supera la media nazionale).
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito