Urologia - Ambulatorio

Segreteria: 041 5896671
 

Fax:

041 5896699

 

Orari

Ambulatorio: da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 14.00.

 

Modalità di accesso

Per prenotare una prestazione presso l'Ambulatorio Urologico di Noale è sufficiente telefonare al CUP Aziendale e presentarsi il giorno dell'appuntamento con la richiesta del proprio Medico Curante da consegnare alla Segreteria del Servizio.

 

Nell'Ospedale di Noale (VE) è attivo il Servizio Ambulatoriale di Urologia, Presso questa struttura ambulatoriale si alternano nel servizio gli Urologi dell'equipe medica dell'U.O. di Urologia dell'Ospedale di Dolo.

 

Prestazioni erogate


Chemioterapia topica endovescicale - Terapia
Una delle caratteristiche delle neoplasie vescicali superficiali (i cosiddetti papillomi o polipi vescicali) è la loro elevata tendenza a recidivare. Per contrastare questa tendenza è talvolta necessario sottoporre il Paziente a dei cicli di chemioterapia topica endovescicale. Questa terapia si attua iniettando in vescica attraverso un sottile catetere un farmaco chemioterapico (mitomicina, epirubicina o BCG). Il farmaco viene trattenuto in vescica per circa un'ora e poi eliminato attraverso la minzione. La terapia va ripetuta, per i primi tempi, una volta alla settimana per alcune settimane e poi, se necessario, una volta al mese per un anno. La terapia non è dolorosa. Può essere consigliata l'assunzione di un disinfettante urinario per alcuni giorni. In alcuni casi la terapia endovescicale può causare lievi disturbi urinari come un po' di bruciore durante la minzione, uno stimolo ad urinare un po' più frequente del solito o, talvolta, la presenza di un po' di sangue nelle urine. Questi sintomi, che scompaiono spontaneamente con la sospensione della terapia, vengono generalmente risolti con l'uso di farmaci antinfiammatori.

Cistoscopia - Esame
La cistoscopia è un'esame endoscopico eseguito con uno strumento denominato cistoscopio attraverso il quale è possibile esplorare l'uretra e la cavità vescicale. E' importante affrontare questo esame senza ansie o paure. La cistoscopia infatti non è un esame doloroso : il "fastidio" provocato dall'introduzione dello strumento è mitigato dall'uso di gel lubrificanti contenenti dell'anestetico locale. La cistoscopia è fondamentale nella diagnosi e nel controllo di alcune malattie della vescica, in primo luogo dei cosiddetti papillomi o polipi vescicali.

Perineale e biofeedback - Riabilitazione
Alcune disfunzioni dell'apparato urinario, in primo luogo l'incontinenza urinaria, possono essere curate con appropriati esercizi di fisioterapia riabilitativa dei muscoli perineali (cioè di quei muscoli che consentono la continenza urinaria). La presenza nell'equipe dell'U.O. di Urologia di due Fisioterapiste della riabilitazione ha reso possibile l'apertura di questo importante servizio. Il biofeedback è una tecnica di riabilitazione di recente introduzione. Con questa tecnica il paziente, al quale vengono applicati degli elettrodi adesivi, impara a contrarre correttamente i muscoli che controllano la continenza urinaria osservando sul monitor di un computer gli effetti delle proprie contrazioni muscolari.

Prostatica transrettale - Ecografia
L'ecografia prostatica transrettale è un esame non doloroso. Consiste nell'introduzione nel retto di una sonda ecografica attraverso la quale l'Urologo può visualizzare la prostata e ricavare preziose informazioni sulle sue dimensioni e sulle caratteristiche della ghiandola; attraverso questa sonda, se necessario, l'Urologo potrà anche eseguire il prelievo di alcuni frammenti di tessuto prostatico (biopsia prostatica ecoguidata). Per eseguire un buon esame è necessaria una preliminare pulizia dell'ampolla rettale: il Paziente dovrà pertanto eseguire la sera prima dell'esame una peretta. Se il Paziente deve essere sottoposto anche alla biopsia prostatica ecoguidata dovrà assumere dalla sera prima e per qualche giorno dopo l'esame un disinfettante urinario, per evitare possibili infezioni. Per la sua semplicità, per il suo basso costo e per la sua non invasività, l'ecografia prostatica transrettale ha assunto negli ultimi anni un ruolo importante nello studio della prostata: in particolare per la valutazione delle dimensioni e della morfologia della ghiandola, e per la determinazione del residuo vescicale post-minzionale (cioè della quantità di urine che permangono nella vescica dopo la minzione). Questo esame risulta perciò molto utile soprattutto in quei paziente che devono essere sottoposti a terapia chirurgica dell'ipertrofia prostatica. L'ecografia prostatica transrettale associata alla biopsia prostatica ecoguidata risulta fondamentale per la diagnosi precoce dei tumori della prostata. Viceversa se utilizzata da sola e cioè non come ausilio alla biopsia, l'ecografia transrettale ha dimostrato di non essere un esame molto attendibile per quanto riguarda la diagnosi dei tumori prostatici. L'ecografia prostatica transrettale è inoltre di aiuto nella diagnosi di alcune malattie che possono essere causa di infertilità.

Urodinamica - Esame
Lo studio urodinamico è un esame non doloroso che ci consente di indagare alcune alterazioni minzionali. Questo esame consiste nella misurazione delle pressioni all'interno della vescica durante la fase di riempimento e di svuotamento della vescica, mediante degli appositi sottili cateteri che vengono posizionati in vescica. Le pressioni così registrate vengono tradotte sotto forma di tracciati, la cui interpretazione consente di capire esattamente come funziona la vescica. Lo studio urodinamico viene utilizzato per studiare alcune situazioni come l'incontinenza urinaria e la cosiddetta "vescica neurologica" (cioè una vescica che funziona male a causa di malattie neurologiche). Potremmo definire lo studio urodinamico come "l'elettrocardiogramma della vescica". L'evoluzione più moderna dello studio urodinamico è rappresentato dalla videourodinamica che ci permette di avere un'immagine radiologica della vescica contemporaneamente alla registrazione delle pressioni vescicali. Possiamo così non solo interpretare i tracciati registrati, ma vedere direttamente come si riempie, come si contrae e come si svuota la vescica.

Uroflussometria - Esame
L'uroflussometria è un esame molto semplice che consiste nell'urinare dentro ad un contenitore collegato ad un apparecchiatura (l'uroflussometro) che misura la quantità di urina emessa nell'unità di tempo e la registra su di un tracciato. L'uroflussometria consente di valutare la "qualità" della minzione: permette cioè di capire se il getto urinario è valido oppure se è indebolito. Può essere considerato un esame "di base" per valutare la presenza o meno di ostruzione delle basse vie urinarie. Si tratta di un esame che, pur nella sua semplicità, è fondamentale nella valutazione del Paziente affetto da ipertrofia prostatica o da altre malattie che possono causare ostruzione delle prime vie urinarie.

Urologica - Visita
La prostata e le sue malattie (ipertrofia prostatica e tumore prostatico) rappresentano uno dei principali "bersagli" dell'attività dell'Urologo. Ai fini della prevenzione e diagnosi precoce delle malattie della prostata è consigliabile che i maschi di età superiore ai 50 anni si sottopongano almeno una volta all'anno ad una visita urologica. Esame delle urine, uroflussometria e determinazione del PSA nel sangue sono utili complementi alla visita urologica. Ma l'Urologia non si occupa soltanto della prostata. Infatti il campo di competenza dell'Urologo riguarda le patologie dell'apparato urinario maschile e femminile e dell'apparato genitale maschile. Tutti i disturbi urinari e della sfera genitale meritano una valutazione specialistica urologica. E' importante non sottovalutare sintomi quali l'ematuria (sangue nelle urine), la difficoltà ad urinare o una frequenza anormale della minzione : trascurare questi segni può rendere poi più difficile la cura delle malattie da cui sono causati. Le infezioni urinarie (specie se frequenti), i calcoli urinari, le coliche renali sono malattie che richiedono sempre una valutazione e degli accertamenti specialistici. Esistono poi situazioni come l'incontinenza urinaria e l'impotenza che incidono moltissimo sulla qualità della vita delle persone che ne sono affette : l'Urologia si occupa di studiare e curare queste malattie. L'infertilità maschile è divenuta negli ultimi anni un'argomento di grande attualità : è compito dell'Urologo prescrivere gli accertamenti e suggerire le possibili soluzioni. Prevenzione, diagnosi precoce, cura dei tumori urinari e genitali, preservazione della funzione renale e del basso apparato urinario, miglioramento della qualità della vita : sono questi gli obbiettivi dell'Urologia, raggiungibili solo attraverso un buon rapporto tra Paziente e Urologo che inizia con la visita urologica.
Ultimo aggiornamento: 20/09/2022