Home > Distretto del Veneziano > Distretto del Veneziano > Dipartimento di Prevenzione > UOSD Servizio di Epidemiologia e Promozione della Salute

Unità Semplice Dipartimentale Servizio di Epidemiologia e Promozione della Salute

Dirigente Responsabile sostituto Unità Operativa Semplice Dipartimentale
 


 
Segreteria
041 2608405
epidemiologia@aulss3.veneto.it
Sede
Distretto del Veneziano – sede di Mestre:
P.le S.L. Giustiniani, 11/D – Venezia Mestre (VE)
Piano 4°, stanza n. 401
Apertura: da lunedì a venerdì, dalle ore 08:30 alle ore 12:30
La sede di Mestre è raggiungibile con mezzi pubblici (autobus n. 31H, 32H, 34H linea urbana) o con mezzi privati dalla tangenziale di Mestre, uscita Castellana direzione Terraglio, al semaforo a destra.
 
Dirigenti Sanitari
ZANON SILVANA Dirigente medico
PISTELLATO ILARIA Dirigente medico in formazione specialistica
 
Équipe
SARINELLI NORMA Assistente sanitario
SOLLAI CARLO Assistente sanitario
CAMPAGNARO TANIA Ostetrica a contratto su Progetti Regionali
GIANNI VALERIA Ostetrica a contratto su Progetti Regionali
DANUOL PATRIZIA Assistente amministrativo
 

 

 
Il Servizio di Epidemiologia e Promozione della Salute si configura come Unità Operativa Semplice a valenza Dipartimentale (UOSD).
La sua mission è quella di raccogliere ed analizzare i dati necessari a descrivere e monitorare lo stato di salute della popolazione e a coordinare le indagini necessarie a evidenziare le eventuali situazioni di rischio, nonché promuovere al salute con interventi educativi rivolti alla cittadinanza e a target/setting specifici.

Il Servizio collabora con le altre Unità Operative del Dipartimento di Prevenzione e dell’Azienda ULSS per indagini epidemiologiche ed analisi di dati e per la individuazione e offerta dei programmi di promozione della salute più efficaci, nonché con altri Servizi che si occupano di stili di vita quali il SerD, la UOC di Medicina dello Sport e prescrizione dell’esercizio fisico per progetti finalizzati alla divulgazione di competenze sugli stili di vita sani e al cambiamento delle abitudini.

Coopera con altre Istituzioni, Enti e organizzazioni della società civile per la promozione di programmi intersettoriali che coinvolgono i cittadini secondo i principi del Programma nazionale “Guadagnare Salute” (DPCM 04/05/2007).

Le attività sono declinate secondo quanto previsto dal Piano Nazionale di Prevenzione 2020-2025, documento di riferimento a livello nazionale predisposto dal Ministero della Salute. I principi e programmi enunciati in tale documento vengono calati nella realtà locale attraverso l’elaborazione del Piano di Prevenzione Aziendale (PPA). L’Unità Operativa, con la collaborazione della rete dei referenti locali, ne cura la stesura, l’implementazione e ne effettua il monitoraggio.


A. Epidemiologia

a. Sistemi di sorveglianza

L’Unità operativa coordina i Sistemi di Sorveglianza proposti dalla Regione (PASSI, PASSI d’Argento, HBSC, Okkio alla salute) e si relaziona con i servizi aziendali e le strutture regionali di riferimento.
 
PASSI
I sistemi di sorveglianza hanno l’obiettivo di ritrarre lo stato di salute di una popolazione.
Il sistema di sorveglianza PASSI (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) è un sistema di sorveglianza in Sanità Pubblica che raccoglie in continuo informazioni sugli stili di vita e fattori di rischio comportamentali, della popolazione adulta residente in Italia, connessi all’insorgenza della malattie croniche non trasmissibili. Strumento necessario alla costruzione dei profili di salute per le Regioni, PASSI è coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS).
L’ulteriore ricchezza di informazioni socio-anagrafiche raccolte consente di far emergere e analizzare le disuguaglianze sociali nella salute e nella prevenzione. La raccolta delle informazioni avviene tramite interviste telefoniche, effettuate nel corso di tutto l’anno da operatori delle ASL, opportunamente formati, a campioni rappresentativi per genere ed età della popolazione di 18-69enni del proprio bacino di utenza (estratti dalla anagrafe sanitaria degli assistiti della ASL), attraverso l’uso di un questionario standardizzato. Dal 2008 ad oggi in Italia sono state effettuate, ogni anno, 35.000-37.000 interviste. I dati raccolti vengono riversati via web in un database nazionale, cui hanno accesso i coordinatori aziendali e regionali.
 
PASSI D’ARGENTO
Il sistema di sorveglianza PASSI D’ARGENTO raccoglie invece informazioni da un campione rappresentativo per sesso ed età afferente al bacino di utenza delle ASL dai 65 anni in su. La modalità di raccolta delle informazioni avviene attraverso intervista diretta o telefonica con questionario standardizzato con lo scopo di raccogliere dati sulla qualità della vita e sulla salute nella terza età. Il Sistema PASSI D’ARGENTO è coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità, dalle Regioni e l’operatività del progetto è in capo alle ASL.
Dal 2012 è stata estesa a tutte le Aziende ULSS del Veneto.

OKkio ALLA SALUTE
OKkio alla salute è un Sistema di Sorveglianza nato nel 2007 che si colloca all’interno di un progetto più ampio “Sistema di indagini sui rischi comportamentali in età 6-17 anni” del Ministero della Salute/CCM e coordinato dal Centro Nazionale per la Prevenzione delle malattie e la Promozione della Salute (CNAPPS) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) in collaborazione con le Regioni, il Ministero della Salute e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. La popolazione a cui fa riferimento questo sistema di sorveglianza è costituita dai bambini delle scuole primarie di età compresa tra i 6-10 anni e l’obiettivo è quello di raccogliere informazioni sugli stili di vita, i fattori di rischio e le abitudini alimentari dei bambini per orientare e realizzare interventi utili ed efficaci per il miglioramento delle condizioni di vita e di salute dei bambini. L’indagine è stata realizzata per la prima volta nel 2008 e i dati raccolti si riferiscono allo stato nutrizionale e agli stili alimentari e di vita dei bambini che frequentano le terze classi delle scuole primarie.
 
HBSC
HBSC (Health Behaviour in School-aged Children - Comportamenti collegati alla salute in ragazzi di età scolare), è uno studio internazionale condotto da una rete di ricercatori in collaborazione con l’Ufficio regionale per l’Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità. La ricerca è stata avviata per la prima volta in Italia e viene ripetuta ogni 4 anni. L’obiettivo è raccogliere e studiare informazioni sui determinanti di salute e del benessere degli adolescenti (11-13 e 15 anni), conoscere i comportamenti e gli stili di vita legati alla salute e i fattori di rischio presenti al fine di poter meglio orientare le politiche (nazionali e internazionali) di prevenzione e promozione della salute rivolte agli adolescenti. La raccolta delle informazioni avviene attraverso somministrazione di un questionario a scuola che indaga su argomenti quali: alimentazione, igiene orale, attività fisica, comportamenti a rischio, comportamenti sessuali, violenza e infortuni e benessere percepito.
 
b. Archivio di mortalità e rilascio attestazioni delle cause di morte – Distretto di Mirano Dolo

L’Unità Operativa gestisce l’archivio di mortalità e il rilascio delle attestazioni delle cause di morte. La gestione dell’archivio comprende differenti attività: ricezione e controllo della qualità del dato “scheda di morte” (scheda ISTAT), inserimento della scheda in archivio, trasmissione delle schede al Servizio Epidemiologico Regionale (SER) e gestione e rilascio delle informazioni sanitarie certificate nella scheda di morte ISTAT agli aventi diritto (attestazione delle cause di morte). La buona gestione dell’archivio è strettamente correlata alla qualità del dato: la scheda di morte predisposta dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT) compilata dal medico curante o dal medico che ha assistito il paziente deceduto viene trasmessa dal Comune di decesso all’ASL di decesso che ne verifica la completezza nella compilazione dei dati prima di archiviarla.
L’unità operativa gestisce l’archivio di mortalità del Distretto di Mirano-Dolo.

Per il rilascio di attestazioni di deceduti appartenenti al Distretto di Mirano-Dolo, CLICCARE QUI.
Per il rilascio di attestazioni di deceduti appartenenti ai Distretti del Veneziano e di Chioggia, CLICCARE QUI.

c. Piano Caldo

La UOSD annualmente elabora il registro  di  fragilità delle persone residenti in AULSS 3, finalizzato ad identificare i soggetti più vulnerabili alle ondate di calore del periodo  estivo. Il registro di basa su criteri anagrafici  ma anche di comorbidità. Collabora inoltra alla redazione del Piano Caldo, che permette di fornire una risposta organizzata volta alla  prevenzione di  morbosità e mortalità legate a questo fenomeno, e predispone materiale informativo (poster, pieghevoli) curandone la distribuzione in luoghi ad alta visibilità da parte della popolazione target (farmacie, patronati, centri di associazioni per anziani).

Estate 2021: come proteggersi dal caldo

B. Promozione della salute

L'Unità Operativa assolve un ruolo trasversale di coordinamento, supporto e indirizzo sulle attività di promozione della salute tra i vari Servizi del Dipartimento di Prevenzione coinvolti nelle attività  educative (SIAN, SISP e SPISAL in particolare) e altri servizi aziendali a favore della popolazione generale e di categorie specifiche (es. anziani, alunni di scuole di ogni ordine e grado, soggetti fragili) nella cornice del Piano di Prevenzione Aziendale.

Il Servizio orienta le proprie attività specifiche di Promozione della Salute focalizzandosi sul Macro Obiettivo 1 del Piano Nazionale della Prevenzione (prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili).
In particolare segue:

Piano di Prevenzione Aziendale
L’Unità Operativa, con la collaborazione della rete dei referenti locali, cura la stesura, l’implementazione ed effettua il monitoraggio del Piano di Prevenzione aziendale (PPA). Il PPA declina le attività secondo quanto previsto dal Piano Nazionale di Prevenzione 2020-2025, documento di riferimento a livello nazionale predisposto dal Ministero della Salute. I principi e programmi enunciati in tale documento vengono calati nella realtà locale attraverso l’elaborazione del Piano di Prevenzione Aziendale (PPA) incentivando la collaborazione tra i Servizi.

Prevenzione danni da fumo di tabacco
Coordina i programmi aziendali di prevenzione del tabagismo 1.F1 (per la promozione di ambienti sanitari e non sanitari liberi dal tabacco) e 1.F2 (prevenzione del tabagismo in ambiti scolastici e di comunità).
Organizza iniziative di comunicazione alla popolazione  nella ricorrenza annuale  della Giornata Mondiale Senza Tabacco.

Programmi/Progetti


 
Azienda Sanitaria Libera dal fumo

c. Attività Motoria

Sviluppa progettualità per l’incremento dell’attività motoria per l’AULSS 3 Serenissima, organizzando con la collaborazione di altri entri e associazioni, in particolare la UISP, attività che promuovono l'esercizio fisico per categorie specifiche (bambini, donne in gravidanza, anziani). Attività quali:
 
  • Pedibus
  • Gruppi di Cammino
  • Attività motoria per donne in gravidanza
  • Attività motoria per soggetti con fattori di rischio
 
Promuove inoltre, in collaborazione con la Medicina dello Sport dell'AULSS 3 Serenissima, le palestre della salute. Vedi il video:
 
Palestre della Salute

 
d. Progetti Speciali Regionali

Su incarico della Regione il Servizio fa da riferimento per programmi regionali di interesse Dipartimentale: attualmente, Guadagnare Salute e Mamme Più.
1. MammePiù – Guadagnare salute in gravidanza

Il programma è volto a promuovere il benessere della futura mamma e del neonato mediante due cardini: il rinforzo della rete a livello locale e la sperimentazione mediante il laboratorio esperienziale MITOSI.

Benessere in gravidanza – Laboratorio esperienziale MITOSI
Il laboratorio è rivolto alle donne residenti in Veneto che si trovano nei primi mesi di gravidanza e ha l’obiettivo di insegnare a conoscere i principali fattori di rischio per il nascituro e a vivere la gravidanza nel modo più sicuro per il proprio bambino.
Per maggiori informazioni visita il sito: CLICCARE QUI.
Per partecipare scrivi a:

Video-tutorial per il benessere e la sicurezza di mamme e neonati
Vuoi avere informazioni sui rischi associati a fumo ed alcol in gravidanza, su come fare corretta attività motoria, mangiare sano e allacciare correttamente la cintura mentre aspetti un bambino?
Guarda i video tutorial: CLICCARE QUI.

2. Programma Guadagnare Salute – rendere facili le scelte salutari

Guadagnare salute – rendere facili le scelte salutari è un programma che promuove la salute come bene collettivo affrontando i temi principali che determinano il benessere della persona e lavorando sui comportamenti individuali e sugli stili di vita.
ll programma regionale Guadagnare salute – raccontiamo la salute è rivolto ai più piccoli, precisamente ai bambini della scuola primaria, che affronteranno il tema dell’adozione di corretti stili di vita attraverso l’ideazione di un breve racconto a disegni per un cartoon, illustrando tutte le conoscenze che possono apprendere già nei primi anni di scuola in ambito di alimentazione, ambiente, attività motoria e tanto altro.

Raccontiamo la Salute con 5A: Ambiente, Agricoltura, Alimentazione, Attività Motoria, Arte
Raccontiamo la Salute con 4A: Ambiente, Agricoltura, Alimentazione, Attività Motoria
Raccontiamo la Salute con 3A: Ambiente, Agricoltura, Alimentazione

Gioco dell’Oca – COVID

Il Gioco dell’Oca – COVID è realizzato per conoscere il Coronavirus e, in compagnia dei Mini Cuccioli, imparare consigli utili per difendersi e combatterlo. Il percorso del gioco è composto da caselle con cartoni animati e disegni, realizzati dai bambini di tutto il Veneto durante il lockdown.
In questo percorso i Mini Cuccioli non solo insegneranno ai bambini quali sono i comportamenti corretti da adottare per evitare la diffusione del contagio, ma insegneranno anche quali sono gli stili di vita sani da adottare (alimentazione, attività fisica) per proteggerci dalle malattie infettive.
Si può giocare da soli contro un avversario virtuale o in gruppo fino ad un massimo di 7 giocatori.

Infine, la UOSD promuove diversi interventi di promozione della salute in setting specifici:

e. Scuole

Il personale della UOSD si interfaccia con la Direzione Regionale Prevenzione per fare da tramite con gli insegnanti PES per l’attuazione dei programmi di educazione alla salute in setting scolastico, dalle scuole d’infanzia alle secondarie di secondo grado.

f. Iniziative di promozione della salute rivolte alla cittadinanza e a target specifici

La UOSD, sia indipendentemente che in collaborazione la Direzione Regionale Prevenzione o con altre associazioni che si occupano di prevenzione, quali la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, organizza eventi o collabora ad iniziative di comunicazione riguardanti gli stili di vita sani (tabacco, alcol, attività motoria, alimentazione).

Giornata Mondiale Senza Tabacco 2020 – Uniti contro il fumo

g. Partenariato con iniziative di global health


C. Staff Direzione di Dipartimento

L’Unità Operativa supporta le attività della Direzione del Dipartimento di Prevenzione su progetti innovativi in Sanità Pubblica e supporta la ricerca bibliografica e l’approfondimento scientifico anche con studi ad hoc. Redige una relazione annuale sullo stato di salute e sulle attività dei servizi.

Per il biennio 2020-2021 l’attività in STAFF è prevalentemente orientata agli aspetti di comunicazione ed informazione agli utenti in tema COVID.

 
LINK e documenti scaricabili

Report attività Dipartimento di Prevenzione anno 2020
Il presente documento descrive le attività svolte dalle diverse Unità Operative del Dipartimento di Prevenzione nell'anno 2020, nel contesto dell'epidemia da Sars-CoV-2.

Laboratorio esperienziale MITOSI
Guadagnare Salute – rendere facili le scelte salutari

Sistemi di sorveglianza
Registro mortalità
Mortalità per causa – Relazioni e statistiche locali
 
Piano caldo
Ultimo aggiornamento: 23/08/2021