Home > Archivio News > Ulss 3 e progetto Nex-Aid: sabato 18 giugno a Marghera la simulazione di una maxi emergenza sanitaria

Ulss 3 e progetto Nex-Aid: sabato 18 giugno a Marghera la simulazione di una maxi emergenza sanitaria

giovedì 16 Giugno 2022

Sabato 18 giugno, a partire dalle ore 9.30, nello stabilimento Carbones di Porto Marghera si svolgerà un’esercitazione di Protezione civile che vedrà la simulazione di una maxi emergenza sanitaria con rischio chimico, a seguito di un incidente tra una ferrocisterna carica di ammoniaca e un autobus Actv con a bordo una quarantina di passeggeri. La Protezione civile del Comune di Venezia spiega che lo scenario di “incidente complesso” consentirà di verificare le procedure operative e di comunicazione tra le numerose componenti che concorreranno nelle operazioni di soccorso, nell’assistenza e nell’informazione alla popolazione.
L’esercitazione è organizzata dal Comune di Venezia e dall’Ulss 3 Serenissima nell’ambito del progetto Nex-Aid rete transfrontaliera sui sistemi di emergenza sanitaria e gestione delle maxi emergenze, finanziato dal Programma Interreg V-A Italia Slovenia 2014-2020.
Diversi gli operatori che saranno attivati nel corso della esercitazione, per la quale hanno dato disponibilità numerosi volontari della Croce Rossa Italiana. I Vigili del Fuoco potranno esercitarsi nelle attività di estrazione dei feriti dalle lamiere dell’autobus e di messa in sicurezza della ferrocisterna. Il Suem118 e l’Ulss 3 Serenissima, invece, potranno operare nelle attività di soccorso sanitario ad un elevato numero di feriti. Alle Forze di Polizia il compito di testare le procedure di messa in sicurezza dell’area e di istituzione dei cancelli necessari a controllarne l’accesso.
La presenza di una sostanza pericolosa ed il conseguente potenziale inquinamento, impegnerà i tecnici dell’Arpav e farà scattare le procedure antinquinamento previste dalla Capitaneria di Porto e dall’Autorità di Sistema Portuale. L’attivazione del Sistema comunale di protezione civile garantirà il supporto logistico ai soccorritori e la predisposizione delle aree di accoglienza per il momentaneo ricovero delle persone evacuate.
Tutte le attività saranno coordinate dal Posto di Comando Avanzato che si costituirà sul luogo dell’incidente e dal Centro di coordinamento che si insedierà presso la Centrale operativa della Polizia Locale al Tronchetto.
“Si evidenzia - precisa la Protezione civile del Comune di Venezia - che l’elevato numero di automezzi dei Vigili del Fuoco, di ambulanze e delle Forze di polizia che transiteranno nella zona interessata dall’esercitazione non dovranno destare preoccupazione in quanto impegnati nelle diverse attività di simulazione previste”.
Il sito Internet e i canali social del Comune di Venezia riporteranno in tempo reale tutte le fasi della simulazione dell’emergenza, al fine di comunicare alla cittadinanza le modalità e le tempistiche delle operazioni.
All’esercitazione prenderanno parte: Prefettura di Venezia Ufficio Territoriale del Governo; Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco; Ulss 3 Serenissima; Suem 118 Venezia; Polizia di Stato; Arma dei Carabinieri; Guardia di Finanza; Polizia Locale del Comune di Venezia; Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Venezia; Arpav-Dipartimento Provinciale di Venezia; Croce Rossa Italiana; Croce Verde; Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale; Comune di Venezia; Gruppi Comunali Volontari di Protezione Civile.

Ricerca nel sito