Home > Archivio News > ​Tre tesi su temi sanitari premiati dall'Ulss 3 Serenissima, nel ricordo della dottoressa Rita Finotto

​Tre tesi su temi sanitari premiati dall'Ulss 3 Serenissima, nel ricordo della dottoressa Rita Finotto

sabato 15 Febbraio 2020
Tre giovani specialisti, particolarmente meritevoli nel loro studio, sono stati premiati all'Ospedale Civile di Venezia, nella memoria della dottoressa Rita Finotto, Direttore sanitario dell'Ulss 3 Serenissima, prematuramente scomparsa nel febbraio di tre anni fa. L'Azienda sanitaria veneziana perpertua così il ricordo di una persona che ha saputo interpretare il ruolo di dirigente nel sistema sanitario con competenza, dedizione e con una visione sempre aperta al futuro. "E' questo il senso del bando - ha spiegato il Direttore Generale Giuseppe Dal Ben - con cui l'Ulss 3 Serenissima ricorda ogni anno la figura di Rita Finotto: premiare nel suo nome i migliori lavori prodotti da medici specializzandi delle scuole di Medicina del territorio del Nordest, ricordando così la grande sensibilità di Rita verso i giovani, verso la loro disponibilità a crescere e ad innovare, verso il fondamentale ruolo della formazione dentro il sistema della sanità".
Presenti i familiari della dottoressa Finotto, a ricevere il premio sono stati quest'anno il dottor Daniele Celotto, dell'Università di Udine, con la sua tesi di specializzazione dedicata all'analisi del fabbisogno di medici specialisti in Italia; il dottor Marco Fonzo, specializzatosi all'Università di Padova, autore di un lavoro sull'esitazione e sul rifiuto vaccinale; e infine la dottoressa Chiara Gazzani, specializzatasi all'Università di Verona, con una tesi sulla valutazione delle performance delle Breast Unit.
Nella Sala San Domenico dell'Ospedale Civile di Venezia l'incontro si è concluso con l'applauso sentito di tutti i partecipanti, dei molti gli amici di Rita Finotto, e molti i Primari, i medici e gli operatori dell'Ulss 3 Serenissima che continuano a ricordare la sua calda umanità e il suo grande insegnamento di vita e di professionalità. L'evento è stato allietato da un gradito passaggio musicale, offerto dai musicisti Paola Fasolo, al violino, ed Elena Vianello, al violoncello.
 
Ricerca nel sito