Ticket ed esenzioni

Le vigenti disposizioni di legge prevedono che tutti i cittadini non esenti debbano partecipare alla spesa sulle prestazioni sanitarie specialistiche e di diagnostica strumentale e di laboratorio pagando l'intero costo delle prestazioni prescritte fino ad un massimo di € 36,15, per ricetta.
Ai cittadini non esenti, dal 1° settembre 2020, come previsto dalla “Legge di bilancio 2020” non si applica più la quota aggiuntiva sulle ricette di specialistica ambulatoriale pari a 10 €, o 5 € per i soggetti appartenenti a nuclei familiari con reddito inferiore a 29.000 €, corrispondente al certificato cod. 7RQ.

ESENZIONE
L’esenzione è la condizione che dispensa dall’obbligo del pagamento del ticket. Si può essere esenti dal pagamento del ticket per patologia, per invalidità, per età e reddito, o soggetti individuati da normative nazioni e/o regionali. 
L'attestazione del diritto all'esenzione è certificata esclusivamente dal medico prescrittore (legge 638/83) e deve essere riportata nell'apposito spazio della ricetta. In  casi di esenzioni per reddito, all’atto della prescrizione di una prestazione specialistica da parte del medico, l’assistito (o altra persona avente titolo), dopo aver esibito il certificato di esenzione, deve richiedere l’indicazione sulla ricetta del codice di esenzione per condizione economica. In caso di riferimento al reddito si intende quello lordo relativo all’anno precedente.
In presenza di esenzione per reddito e anche di esenzione per invalidità/patologia, il medico registrerà nella ricetta medica di prescrizione di visite/esami il codice di esenzione più favorevole in quel caso per la persona interessata.
Esenzioni
Esenzioni Totali per prestazioni specialistiche ambulatoriali, di laboratorio e per la diagnostica per immagini
Esenzioni Parziali per prestazioni specialistiche ambulatoriali, di laboratorio e per la diagnostica per immagini
Esenzioni per Pronto Soccorso
Esenzioni per Farmaci
Nel caso delle invalidità di guerra, da lavoro, per servizio, e per i danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, da trasfusione eccetera, il cittadino dovrebbe portare con sé e presentare al Medico di famiglia o allo Specialista, oltre al tesserino di esenzione, anche  copia del verbale di accertamento dell’invalidità da cui risultano le patologie accertate.
Nozioni utili
Ultimo aggiornamento: 18/09/2020