Home > Territorio > Disabilità e non Autosufficienza > Sil - Servizio integrazione lavorativa

Sil - Servizio integrazione lavorativa

Il Servizio Integrazione Lavorativa (SIL), nell’ambito di tutela della salute e del benessere dei cittadini, promuove e realizza percorsi d’integrazione lavorativa e d’inclusione sociale a favore di soggetti con disabilità e/o svantaggio, attraverso interventi di orientamento al lavoro, formazione professionale, mediazione al lavoro ed inclusione sociale.
Il SIL si rivolge ai cittadini residenti nel territorio dell'ULSS 3, in età lavorativa in possesso di invalidità civile superiore al 45% per problemi intellettivi, psichici, fisici e sensoriali, che necessitano di un sistema di servizi socio-sanitari di supporto, con capacità lavorative riconosciute ai sensi della L.68/99 e iscritti al Centro per l’Impiego, o in stato di svantaggio sociale ai sensi della L. 381/91 in carico ai servizi socio-sanitari (area salute mentale, area dipendenza).
L’intervento del SIL parte dall’analisi della motivazione, delle capacità e delle potenzialità dell’interessato ed è modulato nei percorsi personalizzati di seguito indicati:
  • Osservazione e orientamento al lavoro
  • Formazione attraverso tirocinio in situazione
  • Mediazione al collocamento
  • Mantenimento del posto di lavoro
  • Supporto alla ricerca attiva del lavoro
  • Integrazione sociale in ambiente lavorativo
Si accede al SIL per appuntamento, attraverso una segnalazione dei servizi specialistici, una richiesta diretta dell'utente o con invito del Centro per l'Impiego.

Tipologia delle prestazioni:
La finalità è la piena integrazione socio-lavorativa della persona in un contesto di lavoro. Il SIL collabora con il Centro per l’Impiego, titolare delle politiche attive del lavoro, per l'attività di collocamento mirato ai sensi della L.68/1999. Contatta le aziende private del territorio dell'AULSS 3 Serenissima soggette all'obbligo di assunzione ai sensi della predetta legge, verifica la loro disponibilità all'inserimento e favorisce l'incontro tra la domanda e l'offerta di lavoro, presentando le persone in carico che rispondono ai requisiti richiesti, considerando le competenze, le abilità delle persone e la natura della disabilità. L'inserimento al lavoro è regolato da una Convenzione d'Integrazione lavorativa promossa dal Centro per l'Impiego, che prevede un tirocinio e regola tempi e modalità d'inserimento. Le figure dei tutor aziendale e del SIL previsti assicurano il monitoraggio e la verifica dell'esperienza e il collegamento al servizio socio-sanitario in momenti di eventuale crisi o difficoltà, facilitando il buon esito dell'esperienza. Durante il tirocinio, al lavoratore è corrisposta un'indennità di frequenza erogata dall’Ente Veneto Lavoro, organo di supporto all’istituzione per la gestione delle politiche del Lavoro. Al termine del tirocinio con valutazione positiva, l'azienda procede all'assunzione applicando il contratto nazionale dei lavoratori, secondo quanto già sottoscritto in convenzione.
È un'esperienza formativa temporanea non costituente rapporto di lavoro, che consente ai soggetti coinvolti di conoscere e sperimentare in modo concreto la realtà lavorativa attraverso un affiancamento, direttamente sul luogo di lavoro. È rivolto agli utenti del SIL disabili e/o svantaggiati, per i quali è opportuno un graduale inserimento/reinserimento nel mondo del lavoro; attraverso l'acquisizione di un ruolo lavorativo e la verifica delle capacità e abilità tecnico/manuali e relazionali. È proposto dal SIL, in base alla normativa regionale vigente, alle aziende pubbliche e private, cooperative, associazioni, esenti dall'obbligo di assunzione di persone disabili, che danno disponibilità stipulando con il SIL una convenzione. Il tirocinante è affiancato da un tutor aziendale, lavoratore interno al contesto di lavoro designato allo scopo, con il compito di supervisionare il percorso formativo, favorendo l'acquisizione di competenze professionali e relazionali e di esprimere in itinere e al termine dell’esperienza una valutazione degli apprendimenti conseguiti. Il SIL garantisce la comunicazione obbligatoria dell'avvio del tirocinio al portale regionale, la copertura assicurativa del tirocinante, il rilascio dell'attestato delle competenze acquisite e verifica l'esperienza in itinere, attraverso incontri periodici con tirocinante e tutor aziendale. È prevista al tirocinante un’indennità di partecipazione a scopo motivazione erogata dal SIL.
È rivolto a persone disabili in possesso di una sufficiente autonomia personale e relazionale riferibili ad un contesto socio-lavorativo e con compromissione della capacità lavorativa tale da non permettere un inserimento lavorativo con sbocco occupazionale (Rif. DGR 1406/2016). Il SIL propone il progetto d'inclusione sociale all'utente, di norma successivamente alla sperimentazione di percorsi formativi che abbiano evidenziato l'impossibilità di un inserimento lavorativo. Il progetto personalizzato è condiviso e autorizzata attraverso l’Unità Valutativa Multidimensionale (UVMD) con i servizi sociali e sanitari che a diverso titolo seguono la persona, ove presenti. Il SIL individua l'ambiente lavorativo più idoneo e adeguato alle esigenze della persona tra le aziende, cooperative, associazioni ed enti non soggetti all’obbligo di assunzione ai sensi della L.68/99 collaboranti, stipulando con esso una Convenzione che regola i rapporti tra soggetto proponente e soggetto ospitante regola i rapporti e i compiti. Il progetto personalizzato definisce gli obiettivi, i tempi e le modalità del tirocinio e prevede il monitoraggio dell'inserimento da parte del SIL attraverso l'osservazione e la valutazione periodiche delle dinamiche relazionali e dei processi d'integrazione del tirocinante nel contesto di lavoro, attraverso momenti di verifica con il tutor aziendale e azioni di supporto alla persona. È prevista al tirocinante un’indennità di partecipazione a scopo motivazione erogata dal SIL.
Nel corso della presa in carico e la realizzazione dei progetti individualizzati, il SIL effettua con i tirocinanti colloqui di supporto e monitoraggio delle esperienze e incontri di valutazione con i tutor aziendali. Tale attività si colloca in un processo dinamico di verifica dei risultati e benefici prodotti dai progetti di integrazione lavorativa, condivisi con i soggetti interessati e i servizi socio-sanitari.
Il SIL fornisce un supporto tecnico-informativo alle aziende al fine di promuovere e realizzare l’integrazione lavorativa e la permanenza stabile dei lavoratori con disabilità nelle organizzazioni lavorative. Fornisce, inoltre, ad interessati e familiari consulenze riguardo le procedure per il riconoscimento dell’invalidità civile e della Disabilita.

Sedi e contatti:
Ultimo aggiornamento: 23/06/2022