Home > Prevenzione > Screening Oncologici > Screening - cervice uterina

Screening del carcinoma della cervice uterina

Cos’è?
È un percorso gratuito per la prevenzione dei tumori del collo dell’utero che accompagna la persona dal momento dell’adesione all’invito, alla diagnosi, fino alla cura dell’eventuale lesione.

Obiettivo
Ha lo scopo di favorire la diagnosi precoce per ridurre la mortalità e nel contempo accrescere le possibilità di cura e di guarigione.

A chi si rivolge
È rivolto a tutte le donne che abitano in Veneto tra i 25 e i 64 anni; fascia d’età in cui il rischio di ammalarsi di questo tumore e contemporaneamente l’efficacia della diagnosi precoce e delle cure, risultano maggiori.

Cosa prevede
Il Programma di Screening Cervicale propone tramite lettera d’invito:
  • il Pap-test, ogni tre anni alle donne, dai 25 ai 29 anni
  • l’HPV test ogni 5 anni alle donne dai 30 ai 64 anni.

Come si procede:
a) INVITO
La lettera d'invito a effettuare il test arriva a casa alle donne nelle fasce di età interessate da parte dell'Azienda Ulss3

b) RISPOSTA NEGATIVA
Se il test è negativo, la persona riceve una comunicazione dalla Ulss e, dopo l’intervallo programmato, un successivo invito.

c) RISPOSTA POSITIVA
Se il test è positivo, la persona riceve una comunicazione dalla Ulss e un invito a eseguire specifici esami di approfondimento e in sinergia con lo specialista di riferimento. Successivamente vengono definite e programmate le analisi e le cure del caso.


Se ha altre domande sullo screening del tumore della cervice uterina può
 

  • Telefonare al NUMERO VERDE 800.185.030, dalle 9.00 alle 13.00,dal lunedì al venerdì

  • Parlare con il suo medico

  • Consultare le "100 domande sull HPV

 

Per le donne vaccinate contro il virus del Papilloma Umano (HPV) prima dei 15 anni, chiamata per lo screening del collo dell'utero

 

La prevenzione dei tumori della cervice uterina sta cambiando grazie alla diffusione di strumenti di consolidata efficacia, quali il vaccino contro l’HPV (Virus del Papilloma Umano) e lo screening per il tumore della cervice uterina.
La vaccinazione contro l’HPV è stata introdotta nel Veneto nel 2008, invitando le ragazze nate nel 1996 al compimento dei dodici anni. Lo screening cervicale, avviato progressivamente nel Veneto a partire dal 1996, prevedeva, fino ad oggi, la prima chiamata a 25 anni.
La ricerca scientifica ha dimostrato che le donne vaccinate contro l’HPV prima di aver compiuto 15 anni hanno un bassissimo rischio di sviluppare, prima dei 30 anni, lesioni pretumorali del collo dell’utero.
Alla luce di quanto descritto, e in linea con le indicazioni contenute nel Piano Nazionale della Prevenzione 2020-2025, è stato possibile sviluppare, a livello regionale, la raccomandazione ministeriale che prevede di invitare a 30 anni le donne vaccinate contro l’HPV prima dei 15 anni, per lo screening per la cervice uterina.
A tal fine, mediante le anagrafi vaccinali, è stato verificato lo stato vaccinale per HPV delle donne venticinquenni, per strutturare percorsi di screening differenziati.
È importante ricordare che per avere un’elevata protezione dal tumore è importante partecipare allo screening a partire dai 30 anni, rispondendo all’invito a fare il test HPV.

Vuoi saperne di più?
Per consultare le altre pagine dedicate alle Screening news: CLICCARE QUI.
Ultimo aggiornamento: 22/04/2022