Home > Archivio News > Recupero prestazioni: buona la performance dell'Ulss 3. E sugli screening servono scelte consapevoli degli utenti

Recupero prestazioni: buona la performance dell'Ulss 3. E sugli screening servono scelte consapevoli degli utenti

lunedì 11 Aprile 2022
Recupero prestazioni: l'Ulss 3 Serenissima procede di buon passo, e ora si accelera con l'aiuto dei privati. "Il report che consegnamo agli organi di controllo della Regione - sottolinea il Direttore Generale Edgardo Contato - è eloquente: stiamo dando risposte rapide ed efficaci a quegli utenti che, nel lungo periodo Covid, hanno vista rimandata la prestazione sanitaria di cui avevano bisogno. Stiamo recuperando secondo le tempistiche previste nel piano operativo aziendale sia riguardo agli interventi chirurgici sui degenti, sia riguardo alle prestazioni di screening; stiamo procedendo ben oltre le previsioni nel settore degli interventi chirurgici ambulatoriali, dove abbiamo già recuperato più della metà delle prestazioni che erano rimaste sospese. Quanto alla specialistica ambulatoriale, nei prossimi trimestri il maggior contributo che sarà offerto dai privati accreditati ci consentirà il pieno recupero delle prestazioni sospese".
 
Secondo il monitoraggio dell'Ulss 3 Serenissima  erano 3150 gli interventi chirurgici in regime di ricovero da effettuare entro la fine dell'anno in corso: alla data del 31 marzo ne erano già stati recuperati 831, poco meno del 30%, in piena coerenza con la programmazione che l'Ulss 3 si era data. 
"E' fin qui ottima la performance - spiega la dottoressa Marta Soave, che guida l'Unità Operativa della Specialistica - quanto agli interventi chirurgici ambulatoriali: erano 3100 quelli da recuperare entro fine anno, e ben 1743, più del 55%, erano già stati effettuati al 31 marzo". 
"L'Azienda sanitaria - continua la dottoressa Soave - ha già iniziato ad smaltire anche le prestazioni di specialistica ambulatoriale rimaste in sospeso: al 31 marzo ne sono state effettuate 2589, che costituiscono l'11% di quelle 23.483 che sono prese in carico e che attendo di essere gestite entro la fine dell'anno. In questo ambito è stata definita una collaborazione potenziata con le strutture sanitarie private accreditate, che da qui a fine 2022 affiancheranno l'Azienda sanitaria proprio per le prestazioni specialistiche: il lavoro dei privati accreditati su questo fronte consentirà l'allineamento già dal prossimo monitoraggio trimestrale, e quindi il recupero entro i termini previsti".
Quanto agli screening per il tumore alla mammella, al colon-retto e cervicale, l'Ulss 3 Serenissima ha calcolato di voler recuperare entro la fine del 2022 circa 110mila prestazioniNei primi tre mesi ne sono già state recuperate più di 23mila, circa 21%, in coerenza con la programmazione prevista: "Veniamo da un periodo difficile - sottolinea il dottor Vittorio Selle, Direttore del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica - riguardo al tema della prevenzione: il Covid19 ha oberato i nostri servizi di un carico di lavoro straordinario, e in più ha distratto l'attenzione dalle buone pratiche di automonitoraggio; queste, infine, sono state rese più difficilmente praticabili per i lunghi periodi di restrizioni nella mobilità e nell'accesso ai servizi. Da mesi ormai, però, il servizio sanitario ha ripreso a proporre gli screening con puntualità, e ci aspettiamo dall'utenza una risposta pronta: il recupero del tempo perso perso, ora, passa attraverso la consapevolezza delle persone e attraverso il desiderio, che tutti dovremmo avere, di utilizzare gli strumenti che abbiamo per evitare malattie gravi o comunque per scoprirle quando possono essere curate nel modo meno invasivo possibile".
Ricerca nel sito