Home > Radioprotezione

Radioprotezione

radiazioni.jpg
 

COMMISSIONE PER LA PROTEZIONE SANITARIA DELLA POPOLAZIONE CONTRO I RISCHI DA RADIAZIONI IONIZZANTI

 

L'articolo 27 del decreto legislativo n. 230/1995, come risulta modificato dall'articolo 10 del decreto legislativo n. 241/2000, prevede che: "gli impianti, stabilimenti, istituti, reparti, gabinetti medici, laboratori adibiti ad attività comportanti a qualsiasi titolo la detenzione, l'utilizzazione, la manipolazione di materie radioattive, prodotti, apparecchiature in genere contenenti dette materie, il trattamento, il deposito e l'eventuale smaltimento nell'ambiente di rifiuti nonché l'utilizzazione di apparecchi generatori di radiazioni ionizzanti, debbono essere muniti di nulla osta preventivo " che verrà rilasciato dallo Stato o dalla Regione a seconda che si tratti di impiego di sorgenti di categoria A o di categoria B.

 

Con la Legge Regionale n. 7 del 22.01.2010 le competenze autorizzative per le Sorgenti B sono state trasferite alla ULSS. Le pratiche riguardanti sorgenti radioattive che non possono per la potenza di emissione essere trattate con notifica necessitano di questa autorizzazione.

Ultimo aggiornamento: 10/10/2017
Ricerca nel sito