Home > Archivio News > Professionisti dalle cooperative: "Nell'Ulss 3 verifiche continue, e provvedimenti in caso di disservizi"

Professionisti dalle cooperative: "Nell'Ulss 3 verifiche continue, e provvedimenti in caso di disservizi"

giovedì 10 Febbraio 2022
I professionisti dalle cooperative inseriti in servizio sottostanno a tutte le verifiche previste dalla normativa, sia preventive che a contratto in corso, ed ogni carenza viene eventualmente contestata: l'Ulss 3 Serenissima riassume così la propria posizione relativamente all'affidamento all’esterno di servizi sanitari. "Anche la nostra Azienda Sanitaria - sottolinea il Direttore Amministrativo, il dottor Luigi Antoniol - soffre per la grave carenza di personale sanitario, in particolare medico, che si registra in tutto il territorio nazionale; e questa grave carenza è acuita dal momento storico che stiamo vivendo e dalla pressione dell'epidemia da Covid19". Non potendo fronteggiare questa carenza con personale dipendente anche straordinario, l'Ulss 3 Serenissima è pressoché costretta alla ricerca di professionisti con apposite gare d’appalto: "Queste gare sono svolte - sottolinea il Direttore Amministrativo - secondo quanto disposto dalla normativa vigente in materia di appalti pubblici, e in particolare dal Codice degli Appalti con il d.lgs. 50/2016; le stesse gare sono autorizzate, anche per quanto riguarda gli importi a base d’asta, dalla Commissione Regionale per gli Investimenti in Tecnologia ed Edilizia (CRITE) della Regione del Veneto; e ancora, la scelta della ditta aggiudicataria viene effettuata da apposite commissioni giudicatrici che valutano la documentazione prodotta dalle ditte concorrenti, all'interno della quale figurano anche i curricula, e le abilitazione richieste, dei professionisti sanitari che le cooperative intendono mettere a disposizione".

L'Azienda sanitaria dispone infine un ulteriore livello di controllo: "Al fine di verificare la regolarità dell’esecuzione del servizio affidato - spiega il Direttore Antoniol - vengono individuate, sempre secondo quanto disposto dalla normativa vigente, apposite figure qualificate, scelte tra il personale dipendente dei settori interessati, a cui viene affidato il ruolo di Direttori dell’Esecuzione del Contratto (DEC)".

Il sistema dei controlli è quindi pienamente attivato a garanzia della corretta esecuzione del servizio: "In tutti i casi in cui si è verificato, nello svolgimento del servizio affidato all’esterno, un disservizio e/o un inadempimento - sottolinea Antoniol - la nostra Azienda ha sempre vigilato e monitorato: quando necessario ha elevato le apposite contestazioni, utilizzando tutti gli strumenti messi a disposizione dalla documentazione di gara e dalla legge stessa. Possiamo affermare che non si è mai verificata una situazione per la quale l’Azienda sanitaria non abbia reagito ponendo in essere tutti gli opportuni provvedimenti". 
"Va da sé - chiude il Direttore Amministrativo - che i provvedimenti che l’Azienda sanitaria adotta nei confronti di eventuali disservizi sono sempre in linea con quanto previsto dal capitolato tecnico della singola gara, oltre che dal Codice degli Appalti".  
 
Ricerca nel sito