Home > Papillomavirus (HPV)

Papillomavirus (HPV)

Le Aziende ULSS del Veneto, tra cui anche quella Veneziana, sono le prime in Italia a garantire l'offerta attiva e gratuita del vaccino contro l'infezione da virus HPV (Human papilloma virus), allo scopo di prevenire l'insorgenza del carcinoma della cervice uterina.

Papillomavirus (HPV)
Le Aziende ULSS del Veneto, tra cui anche quella Veneziana, sono state le prime in Italia a garantire l'offerta attiva e gratuita del vaccino contro l'infezione da virus HPV (Human papilloma virus), allo scopo di prevenire l'insorgenza del carcinoma della cervice uterina.

Il virus si trasmette con facilità, attraverso il contatto sessuale, anche non completo, e l'età adolescenziale, prima di essere venuti a contatto con il virus, è il momento più opportuno per sottoporsi alla vaccinazione.

IL PAPILLOMAVIRUS
Il Papillomavirus, in circa il 90% dei casi, provoca infezioni transitorie, asintomatiche, che guariscono spontaneamente, ma alcuni tipi di HPV (6, 11, 16 e 18) possono provocare alterazioni cellulari che, se non curate con tempestività, possono evolvere in tumore. In Europa ogni anno vengono registrati circa 50.000 nuovi casi di cancro causati dai tipi 16 e 18 (collo dell’utero, vagina, vulva, ano, pene, testa e collo), di cui 1/3 di questi sono a carico del sesso maschile.

L’infezione, che interessa quindi sia maschi che femmine, si contrae per via sessuale, anche se non necessariamente in seguito a un rapporto completo.

Infatti, l’infezione da HPV è molto frequente e viene facilmente trasmessa tra uomini e donne e fra partners dello stesso sesso. Inoltre non si possono escludere vie indirette di infezione, dato che il virus è stato trovato anche nella bocca e sotto le unghie.

LA VACCINAZIONE
Il Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 12, su mandato regionale, ha dato inizio nel 2008 alla campagna vaccinale gratuita invitando le ragazze nate nel 1996.

La chiamata è attiva e consiste nell'invio di un appuntamento vaccinale accompagnato da una nota informativa. A questo seguono poi avvisi di recupero in caso di mancata risposta.

La campagna vaccinale gratuita coinvolge, ogni anno, tutte le ragazze tra l'undicesimo e il dodicesimo anno di età, perché in questa età il vaccino ha la massima efficacia e dal 2015, su indicazione regionale, la vaccinazione è estesa anche a tutti i ragazzi della stessa età, a partire dai nati dell’anno 2004.

La vaccinazione è inoltre gratuita per i ragazzi nati tra il 2001 e il 2003 e viene effettuata su richiesta.

La vaccinazione è offerta inoltre, in regime di partecipazione alla spesa (46,50€ a dose), alle donne fino ai 46 anni e ai maschi fino ai 26 anni.

Il vaccino offerto è il quadrivalente che offre copertura dai tipi di HPV 6, 11, 16 e 18 e che quindi protegge non solo dal tumore al collo dell'utero (16 e 18) ma anche dai condilomi genitali (6 e 11).

Il ciclo vaccinale prevede 2 dosi dai 9 ai 13 anni con intervallo 0-6 mesi e 3 dosi dai 14 anni in su con intervallo 0-2-6 mesi.

Il vaccino, ampiamente collaudato da anni in Europa e negli Stati Uniti, può causare frequentemente dolore in sede di iniezione, malessere, mal di testa e più raramente febbre.

La vaccinazione, riducendo dell’80% il rischio di tumore del collo dell’utero, affianca lo screening (pap test e/o HPV-test) e non lo sostituisce: il mantenimentodi elevati livelli di adesione alle campagne di screening è importante perché il vaccino non protegge da tutti i genotipi virali, potenzialmente correlati all'insorgenza di lesioni maligne.

IL SERVIZIO
Per informazioni è possibile rivolgersi al Servizio Igiene e Sanità Pubblica, ai seguenti recapiti:

- Sede di Mestre – p.le San Lorenzo Giustiniani 11/D - 041.2608957 dal lunedì al venerdì (10.00-13.00)

- Sede di Venezia – Ex Ospedale Giustinian, Dorsoduro 1454 – 041.5295857 dal lunedì al venerdì (10.00-13.00)

Lettera invito coorte 2005
Depliant regionale
Depliant ULSS
Le 100 domande sull’HPV

Ultimo aggiornamento: 10/09/2019
Ricerca nel sito