Otorinolaringoiatria

Direttore Unità Operativa  
POLITI DORIANO

curriculum vitæ
Segreteria
041 9657011
meotoseg@aulss3.veneto.it
 
Dirigenti Sanitari
ALEXANDRE ENRICO    
DAL CIN ELISA    
FUSON ROBERTO    
LA ROSA FILIPPO CARMELO    
LORA LUCIA    
PICCINATO ALICE    
SPINATO ROBERTO Coordinatore Rete Integrata ORL/Maxillo Facciale  
STRITONI PAOLA    
TRIMARCHI MARIA VITTORIA    
VOLO TIZIANA    
ZANETTI FEDERICA    
ZENNARO BRUNO    
 
Coordinatori Infermieristici
Bernardini Maurizio
 
Coordinatori Tecnici
Codognotto Debora
 
 

Attività dell'Unità Operativa

 
Attività svolta (descrizione)
 
RICOVERO ORDINARIO

ATTIVITÀ AMBULATORIALE DIVISIONALE:
- visite prenotate attraverso il CUP;
- consulenze urgenti;
- diagnosi precoce della sordità neonatale;
- visite foniatriche;
- follow-up pazienti oncologici (si accede per programmazione diretta all'atto della dimissione);
- rieducazione logopedica dei disturbi del linguaggio;
- terapia riabilitativa degli acufeni.

ATTIVITÀ DIAGNOSTICA STRUMENTALE
- esami audiologici: audiometria tonale e vocale, impedenzometria, ABR (o potenziali evocati), ENG (elettronistagmografia);
- funzionalità nasale e gustativa: rinomanometria, olfattometria e gustometria;
- esami videorinolaringoscopici;
- otomicroscopie.
 
Centri formalmente istituiti
 
Presso l'U.O. sono istituite 2 strutture semplici:
- Audiologia
- Foniatria
 
Sottolineatura dei punti di eccellenza
 
All'attività routinaria otorinolaringoiatrica si affiancano le attività diagnostico-terapeutiche più complesse per le quali può essere necessaria anche una collaborazione multidisciplinare (ad es: radioterapista, oncologo medico, endocrinologo, ecc.).
A tal proposito meritano una menzione:
- la chirurgia oncologica cervico-facciale;
- la laser chirurgia;
- la chirurgia della tiroide e delle paratiroidi;
- la microchirurgia delle malattie dell'orecchio e della sordità;
- la chirurgia delle ghiandole salivari;
- la riabilitazione della voce con protesi fonatoria;
- la chirurgia endoscopica rino-sinusale;
- la terapia delle roncopatie e delle apnee notturne;
- il follow-up dei pazienti oncologici in collaborazione con i Colleghi Radioterapisti ed Oncologi Medici;
- la diagnosi precoce delle neoplasie maligne;
- diagnosi e terapia degli acufeni.
 
Articolazione dell'Unità Operativa
 
L'U.O. si articola in una sezione di degenza (con 16 letti di ricovero ordinario) ed una ambulatoriale.
 
Attività scientifica di particolare rilievo
 
Organizzazione di numerosi corsi di aggiornamento professionale.
 
Ricerche sanitarie in corso
 
- Diagnosi precoce della sordità neonatale;
- Studio multicentrico nuovi farmaci antineoplastici.

 

Prestazioni erogate

 
Accedi alla lista delle prestazioni

 

Ricovero

L'accoglimento avviene o per urgenza, a seguito di consulenza specialistica divisionale o, nel caso di patologie di elezione, secondo la programmazione.
 
Modalità di ingresso
Escludendo i casi di ricovero urgente per i quali il ricovero è immediato, nei ricoveri programmati le modalità differiscono a seconda che si tratti di ricovero medico o chirurgico.

RICOVERO MEDICO
Avviene nel giorno ed orario già stabilito e concordato con il Paziente all'atto della prima visita. Il Paziente si presenterà in reparto a digiuno dalla mezzanotte precedente, per i prelievi necessari, e con un campione di urine della mattina.

RICOVERO CHIRURGICO
Preliminarmente al ricovero vero e proprio per l'atto chirurgico, il Paziente verrà convocato dal DH per la preparazione (esami, consulenze, ecc.) preliminari all'atto chirurgico. Il Paziente si ricovererà fisicamente in reparto, dopo a osta anestesiologico all'intervento, la mattina stessa dell'operazione a digiuno dalla mezzanotte.
 
Trattamento in corsia
 
Degenze ordinarie.
 
 
Come arrivare all'Unità Operativa - Note
 
FileDimensioneAzioni
Guida ai servizi ORL Mestre199.62 KB
Ultimo aggiornamento: 28/05/2021
Ricerca nel sito