Oculistica

Direttore Unità Operativa
RAPIZZI EMILIO
 
Segreteria
041 9657404
Sportello: da lunedì a venerdì 10:00–12:00
Telefono: da lunedì a venerdì 09:00–13:00
ocme.oculistica@aulss3.veneto.it
 
Dirigenti Sanitari
BURATTO LENNI      
DAL ZENNARO STEFANIA      
DE DOMINICIS CHIARA      
FRACASSO GIANFRANCO      
FRATTOLILLO ANTONIO      
MONTEROSSO CRISTINA      
MORGANTE LISA      
POGGI MAURO      
SAMASSA FRANCESCO      
ZEMELLA NICOLA      
 
 
         
 
 
La presentazione del reparto di Oculistica di Mestre fatta dal direttore Emilio Rapizzi


Attività dell'Unità Operativa

 
CHIRURGICA
 
  • Chirurgia della superficie oculare
  • Chirurgia della cornea anche con Laser a Femtosecondi
  • Chirurgia della cataratta complicata o in pazienti a rischio
  • Chirurgia del glaucoma
  • Chirurgia del segmento anteriore
  • Chirurgia del segmento posteriore
  • Chirurgia dello strabismo e utilizzo di tossina botulinica
  • Diagnostica chirurgica delle patologie oculistiche nell'infante in anestesia generale o narcosi, in collaborazione con l' U.O. di Pediatria

Le liste di attesa per interventi chirurgici sono diverse a seconda della patologia da trattare.
Per gli interventi di cataratta, eseguiti in regime ambulatoriale, l'attesa è di circa 24 mesi (in seguito a sospensioni per motivi di emergenza Covid-19).
Per i trapianti di cornea, 9-12 mesi.
Per gli interventi elettivi di chirurgia vitreo-retinica, 10-12 mesi (garantendo le priorità)
Per gli interventi di strabismo, 10-12 mesi.

AMBULATORIALE

Ambulatorio Pronto Soccorso e Urgenze: esegue i controlli dei pazienti operati di cataratta presso l’U.O.C. di Oculistica e ulteriori controlli urgenti nei 30gg successivi all’intervento. Tutte le prestazioni urgenti richieste dal Pronto Soccorso del nostro Ospedale o da altro medico inviante, le consulenze per i reparti ospedalieri, le visite fiscali concordate con la Direzione Sanitaria.

Ambulatorio Vitreo-Retina: provvede alla diagnosi e al trattamento di tutte le patologie della retina (malattie vascolari retiniche; degenerazioni retiniche regmatogene; affezioni maculari congenite ed acquisite; retinopatie ereditarie, infiammatorie, neoplastiche), si occupa di definire eventuali trattamenti chirurgici, di eseguire i controlli pre- e post-operatori delle patologie della vitreo-retina suscettibili di miglioramento con la terapia chirurgica.

Ambulatorio Maculopatia: provvede all'identificazione, alla diagnosi e al trattamento delle maculopatie e del follow-up dei trattamenti. Si occupa in particolare di degenerazione maculare legata all’età, maculopatie miopiche, maculopatie conseguenti a occlusioni venose retiniche ed edemi maculari diabetici (per quest’ultime instaura procedure terapeutiche in équipe con l’Ambulatorio Laser).

Ambulatorio Laser: provvede allo screening, all'identificazione, alla classificazione, alla terapia medica e laser della retinopatia diabetica e, più in generale, delle complicanze oculari del diabete mellito. Si occupa anche di trattamenti laser legati a fori retinici, degenerazioni retiniche, ecc. e di trattamenti laser per la cataratta secondaria (capsulotomia yag-laser).

Ambulatorio Cornea: si occupa di diagnosi, terapia farmacologica e controllo della terapia chirurgica delle patologie corneali. Segue i trapianti di cornea con valutazioni trimestrali o in urgenza su richiesta dei singoli pazienti o degli specialisti curanti.
Si eseguono le seguenti indagini del segmento anteriore:

- Studio della topografia corneale
- Biomicroscopia endoteliale con conta
- Pachimetria corneale
- Documentazione fotografica
- Test di Schirmer o della secrezione lacrimale basale
- Test di valutazione del tempo di rottura del film lacrimale (BUT)
- OCT del segmento anteriore
- Esame istologico e citologico

Ambulatorio Glaucoma: si occupa di prevenzione, diagnosi e terapia del glaucoma.
Si eseguono:

- Curva giornaliera della tensione oculare (curva tonometrica)
- Iridotomia laser (yag laser)
- Laser trabeculoplastiche (argon laser)
- Laser iridoplastiche (argon laser)
- Controlli periodici del tono oculare
- Diagnostica con valutazione anatomico/ funzionale e impostazione terapia farmacologica

Servizio di Oftalmologia pediatrica, ortottica e disturbi della motilità oculare
Vengono svolti i seguenti servizi:

- Screening e trattamento della retinopatia del pretermine (ROP) in collaborazione con la Neonatologia
- Neuroftalmologia
- Ambulatorio di oftalmologia pediatrica ed ortottica
- Chirurgia dello strabismo pediatrico ed adulti
- Chirurgia delle vie lacrimali in età pediatrica
- Ambulatorio cheratocongiuntivite di Vernal

La ROP (Retinopatia del Prematuro) è una malattia vascolare della retina che colpisce i nati pretermine, maggiore incidenza nei nati sotto la 30° settimana di gestazione e con peso alla nascita inferiore a 1500 gr. Rappresenta una delle principali cause di cecità infantile.
Lo screening inizia durante la degenza in TIN (Terapia Intensiva Neonatale - Patologia Neonatale) di Mestre e prosegue presso il nostro reparto. In caso di riscontro di ROP con possibile evoluzione infausta, l’oculista pediatrico specializzato sottopone tempestivamente il piccolo paziente a trattamento laser, eseguito in ambiente protetto e con il supporto del personale della Patologia Neonatale.
Una volta accertata la completa maturazione vascolare della retina, in virtù dell’alta incidenza di svariate patologie oculari riscontrate nei prematuri, questi piccoli pazienti sono seguiti dal servizio di Oftalmologia Pediatrica con un programma di follow-up programmato legato alla condizione particolare.

La Neuroftalmologia rappresenta una branca della medicina di rilevante importanza nell’approccio alla diagnosi di svariate patologie neurologiche della sostanza bianca, cerebrovascolari o neurodegenerative, sopra- e sotto-tentoriali; ha un notevole peso nelle urgenze neurologiche o per l'inquadramento dei disturbi visivi acuti centrali, associati a neuropatie ottiche a diversa eziologia ed emianopsie, deficit delle funzioni visive superiori e neglect, diplopia, ptosi, anisocoria, nistagmo, patologie retiniche (vedi retinite pigmentosa e coinvolgimento retinico in molte malattie neurologiche genetiche, degenerative, metaboliche, infiammatorie e infettive). Sono inoltre importanti gli studi sulla motilità oculare, spesso sottovalutati perché ritenuti complicati, mentre dovrebbero essere rivalutati nella diagnostica neurologica e standardizzati. Nell’ambito terapeutico, la Neuroftalmologia, grazie alla stretta collaborazione tra Neurologo/Neurofisiologo ed Oculista, può intervenire con l’iniezione di tossina botulinica nel correggere, a volte anche in modo permanente, l’allineamento oculare, promuovendo la binocularità e la riduzione della diplopia sia come trattamento primario sia come opzione di risparmio muscolare. Nell'ambito della ricerca, gli strumenti che consentono oggi di studiare il sistema visivo afferente ed efferente (OCT, Imaging vascolare retinico, Eye tracking, elettrofisiologia del sistema visivo: ERG, PERG, MFERG, PPEV, FPEV, ecografia ad alta risoluzione del nervo ottico, dell’orbita e della muscolatura palpebrale), hanno dato alla Neuroftalmologia nuovo impulso sia per lo studio dei fenomeni di neurodegenerazione sia per le patologie cerebrovascolari o per la comprensione delle attività e dei network cerebrali in condizioni di riposo e durante specifiche sessioni sperimentali.

Ambulatorio di oftalmologia pediatrica ed ortottica
Nel servizio ambulatoriale viene effettuata la visita oculistica completa in cicloplegia ed ortottica.
Le visite ortottiche vengono effettuate con la valutazione della motilità oculare ed eventuali esercizi ortottici qualora richiesti, test per la valutazione della deviazione e per l’inquadramento diagnostico, prove prismatiche per la diplopia e la valutazione chirurgica.
Il servizio, inoltre, si occupa dalla valutazione dei bambini affetti da disturbi dell’attenzione, dislessia, DSA, affetti da sindromi e prematuri, in collaborazione con il Servizio Età Evolutiva e la UOC Pediatria.
Vengono effettuate anche valutazioni in sedazione o in narcosi nei casi di mancanza di collaborazione o per effettuare valutazioni, vedi tonometria ed altre pratiche non eseguibili per scarsa collaborazione.

Chirurgia dello strabismo
Il Servizio si occupa dell’aspetto clinico, della diagnosi precoce, del trattamento medico e chirurgico dei disordini della motilità oculare che interessano sia l’età pediatrica che adulta.
In ambito pediatrico si interessa di strabismo congenito, infantile, acquisito, paralitico e delle forme di deviazione oculare associate a malattie sindromiche e sistemiche.
Si propone di garantire un inquadramento diagnostico, di seguire regolarmente il paziente, di trattare le alterazioni dovute alla deviazione oculare e di accompagnare il bambino verso il trattamento chirurgico quando necessario.
In ambito di strabismo dell’adulto, il Servizio gestisce strabismi congeniti di vecchia data già operati e non sottoposti a chirurgia, strabismi secondari a problemi organici oculari, compresi quelli paralitici, legati a malattie neurologiche e conseguenti a procedimenti neurochirurgici, deviazioni oculari dovute a disordini tiroidei, deviazioni oculari postraumatiche, restrittive in genere e di altra origine.
Viene inoltre trattata la diplopia di varia origine, con trattamenti conservativi e/o chirurgici dove ci fosse l’indicazione e i disturbi della visione binoculare di varie tipologie.
Nel servizio di Chirurgia gli interventi vengono effettuati sia in anestesia topica che generale, per garantire un trattamento completo al paziente, in età pediatrica e in età adulta. Si utilizza il regime di ricovero e/o Day Surgery in base al tipo di chirurgia programmata e in base alla patologia del paziente.

Chirurgia delle vie lacrimali in età pediatrica
Il Servizio si occupa della gestione chirurgica dell'occlusione congenita del dotto naso-lacrimale, che coinvolge i bambini cui la terapia medica non abbia dato risultati e che non hanno compiuto l’anno di età. Questi piccoli pazienti vengono sottoposto in sedazione ad un sondaggio della via lacrimale che ha una percentuale di successo pari a circa il 95%. Se, invece, l’ostruzione non viene trattata con persistenza dell'epifora (lacrimazione oculare) dopo i 2 anni, si procede ad incubazione della via lacrimale con ubichino di silicone, che viene lasciato in sede circa 3-6 mesi e poi rimosso.

Ambulatorio Vernal
La Cheratocongioutivite Vernal è una malattia che si manifesta con l’infiammazione della congiuntiva oculare e della cornea con rischi di pregiudicare la funzionalità visiva. Si tratta di una della più gravi patologie allergiche, che viene esacerbata dall’esposizione ai raggi ultravioletti del sole. Contrariamente alle allergie, la Cheratocongiuntivite Vernal risponde poco alla classica terapia di antistaminici. La terapia consiste nella protezione dai raggi UV con occhiali da sole, cappello e un trattamento locale con immunosoppressori. Fino a poco tempo fa il farmaco maggiormente utilizzato per la Vernal era il cortisone, ma i suoi effetti collaterali, quali l’insorgenza del glaucoma e di cataratta, ne hanno via via sconsigliato l’impiego. Per evitare queste complicanze viene utilizzata la preparazione topica a base di Ciclosporina o Tacrolimus. Si tratta di immunosoppressori a bassissime dosi, che tengono a bada la malattia, riducendo il rischio di ulcere corneali ed evitando l’insorgenza di glaucoma e cataratta, tipico effetto del cortisone. Per ogni bambino con Vernal assicuriamo sempre il controllo oftalmico ed ortottico e l’esecuzione delle “mappe corneali”, metodo computerizzato di lettura della curvatura della cornea e strumento essenziale per la diagnosi e il controllo del cheratocono, che mostra una maggiore incidenza in questa patologia.

Ambulatorio Uveiti: si occupa dell’inquadramento clinico delle patologie di natura infiammatoria, autoimmune ed infettiva. Instaura procedure diagnostico-terapeutiche in équipe con le UU.OO. di Malattie Infettive, Reumatologia, Gastroenterologia, Immunologia (Medicina Interna), Pneumologia ed Ematologia.

Ambulatorio per Oftalmopatia Distiroidea e Diagnostica Orbitaria: si occupa dell’inquadramento clinico delle patologie orbitarie: flogistiche, autoimmunitarie, tumorali ed infettive con procedure diagnostiche strumentali, procedure diagnostico terapeutiche suggerite dai colleghi specialisti con le UU.OO. di Endocrinologia, Medicina Nucleare, Neurologia, Neurochirurgia, Neuroradiologia, Oncologia , Radioterapia ed Ematologia tramite consulenza.

Ambulatorio Ecografico: si occupa dell’esecuzione dell’ecografia per diagnostica della patologia del segmento anteriore (lesioni postraumatiche ,malformazioni, neoplasie, lesioni iridee, del cristallino e dell’angolo irido camerulare), per la diagnostica bulbare (patologie vitreo-retiniche, post traumatiche, degenerative, infiammatorie e neoplastiche) e per la diagnostica orbitaria (infiammatoria  e neoplastica).

STRUMENTALE
 
  • Ecografia oculare e dei muscoli estrinseci
  • Angiografia con fluoresceina e indocianina
  • Tomografia ottica computerizzata (OCT) della macula e del RNFL
  • Applicazione di prismi
  • Esercizi riabilitativi della funzione binoculare
  • Campimetria (perimetria computerizzata)
  • Topografia corneale
  • Pachimetria corneale
  • Biomicroscopia endoteliale con conta
  • Ecobiometria
  • OCT del segmento anteriore
 
Sottolineatura dei punti di eccellenza

Centro di eccellenza nazionale per la chirurgia del trapianto di cornea e patologia della superficie oculare. Centro accreditato per la certificazione di malattie rare, membro dell'European Reference Network per le malattie rare corneali. Centro di eccellenza nazionale della Chirurgia della Vitreoretina.

L’U.O.C. di Oculistica di Mestre è una struttura di riferimento nel campo dell’oftalmologia pediatrica. Tale ambulatorio è dedicato al trattamento delle patologie oculari e degli annessi, coopera con i migliori centri di riferimento nazionali e internazionali per l’ottimizzazione dei trattamenti medico-chirurgici, effettua screening dei bambini prematuri in collaborazione con l’U.O. di Pediatria, è centro per diagnosi e follow-up della retinopatia del pretermine ROP.
 
Articolazione dell'Unità Operativa

Degenza
Piano 6°, accesso C c/o U.O. di Otorinolaringoiatria
La degenza ordinaria consta di 4 posti letto.
Coordinatore Infermieristico: Bernardini Maurizio

Day Surgery
Piano -1, accesso A
Sale operatorie dedicate ed autonome.
Coordinatore Infermieristico: Montecchio Fabiola

Ambulatori Specialistici
Piano 1°, accesso B
Cornea e patologia della superficie oculare, sezione laser con ambulatori dedicati alla patologia della vitreo-retina per diagnosi e terapia laser, ambulatorio macula, ambulatorio intravitreali, ambulatorio glaucoma, ambulatorio di oftalmologia pediatrica e motilità oculare, ambulatorio di ortottica, ambulatorio per visite oculistiche di pronto soccorso e per visite oculistiche programmate e consulenze ai reparti, ambulatorio per diagnostica strumentale retinica, ambulatorio per diagnostica strumentale corneale, ambulatorio di campimetria computerizzata, ambulatorio strumentale per esami preoperatori in pazienti operandi.

Segreteria
Marini Elisa
Scarpa Marika
Veggiani Carlotta

La segreteria dell'Unità Operativa di Oculistica svolge attività dedicate al pubblico a sportello (munirsi di numero all'ufficio di accoglienza “Bussola” per la stanza 168) nella fascia oraria 10:00-12:00, al telefono al numero 041 9657407 nella fascia oraria 09:00-13:00 o per e-mail OCME.oculistica@aulss3.veneto.it.
 
 

Prestazioni erogate


Prestazioni
Accedi alla lista delle prestazioni


Accedi alla modulistica
 
 
 
 
Modalità d’ingresso
 
  • Per le prestazioni ambulatoriali: con richiesta dell’oftalmologo curante e impegnativa tramite CUP CLICCARE QUI 
  • Per la prenotazione dell’intervento di cataratta presso gli sportelli CUP dell’Ospedale dell’Angelo: da lunedì a venerdì, dalle ore 08:00 alle ore 12:00;
  • Per Day Surgery e ricoveri ordinari: rivolgersi alla Segreteria settore B, piano 1°, adiacente agli ambulatori, aperta al pubblico da lunedì a venerdì, dalle ore 10:00 alle ore 12:00 (munirsi di numero all'ufficio di accoglienza “Bussola” per la stanza 168), contattabile al numero 041 9657407, da lunedì a venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 13:00.
 
 
 

Come arrivare all'Unità Operativa - Note
Gli ambulatori della Oculistica sono collocati nell’area dei poliambulatori, piano 1°, settore C, ingresso B, stanze 15, 16, 54, 55, 56, 57, 58, 59, 60, 62, 63 e 64.
Trattamenti intravitreali al piano 1°, settore C, ingresso D, stanza 86.
Reparto al piano 6°, settore C.
Day Surgery e piastra operatoria al piano -1°, settore A

 

Links utili

http://www.sedesoi.com/index_eng.asp società oftalmologica Italiana: consensi informati
FileDimensioneAzioni
Guida ai servizi Oculistica Mestre462.28 KB
Ultimo aggiornamento: 20/08/2021