Home > Archivio News > NEX AID: l’Ulss 3 capofila di un progetto europeo sui sistemi di emergenza sanitaria e sulle maxi-emergenze

NEX AID: l’Ulss 3 capofila di un progetto europeo sui sistemi di emergenza sanitaria e sulle maxi-emergenze

lunedì 13 Giugno 2022
L’Ulss 3 Serenissima è capofila del progetto europeo di cooperazione transfrontaliera denominato “NEX AID – Rete transfrontaliera sui sistemi di emergenza sanitaria e gestione delle maxi-emergenze” (eventi improvvisi, naturali o legati alle attività umane, che determinano uno squilibrio, anche se temporaneo, tra richiesta di soccorso e potenzialità di intervento dei sistemi d’emergenza) che richiedono interventi tempestivi e coordinati di soccorso.
L’obiettivo del progetto è lo sviluppo di soluzioni congiunte ed integrate in un’ottica di rete tra i partner coinvolti, anche in relazione alle diverse modalità organizzative e normative. È prevista la sottoscrizione di protocolli innovativi e accordi tra le istituzioni per consentire ai residenti nell’Area di Programma, e a quanti in libera circolazione (operatori, lavoratori transfrontalieri, turisti, etc.), di ottenere la stessa assistenza ospedaliera e medica di urgenza nei Centri attrezzati più vicini, in particolare in caso di eventi eccezionali originati da fenomeni naturali o da attività umana. Nell’ambito del progetto vengono sviluppati programmi di formazione integrati specifici rivolti alle istituzioni pubbliche, alle strutture sanitarie, agli operatori sanitari ed al personale volontario.
Il progetto vede coinvolti partner pubblici italiani e sloveni: gli Ospedali Generali di Isola e Jesenice, il Settore Protezione Civile del Comune di Venezia, l’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina e la Casa della Sanità di Nova Gorica.
Le attività di progetto sono gestite per l’Ulss 3 dal Pronto Soccorso di Mirano e dalla Centrale Operativa 118 di Mestre.
Nell'ambito del progetto “NEX AID”, la Casa della Sanità di Nova Gorica ha realizzato alla fine del 2021 una simulazione di un evento non convenzionale ipotizzando un attacco terroristico complicato da un contemporaneo incidente stradale (esercitazione sul campo “AMOK 2021”).
All'evento hanno partecipato tutti i partner sloveni del progetto (Centro di Emergenza dell’Ospedale generale di Isola e Pronto Soccorso dell’Ospedale generale di Jesenice), oltre ai partner italiani come osservatori (Ulss 3 Serenissima, Comune di Venezia e Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina).
Un nuovo evento simulativo sarà realizzato il prossimo 18 giugno nel territorio dell’Ulss 3 Serenissima, con il coinvolgimento di tutti i partner di progetto.
Il progetto, avviato in data 1.1.2020, ha durata 32 mesi ed è finanziato dal Programma Interreg V-A Italia-Slovenia 2014-2020.
Ulteriori info: http://ita-slo.eu/it/nex-aid.
Per vedere il video dell’esercitazione a Nova Gorica, che include scene non adatte a bambini di età inferiore ai 15 anni: https://youtu.be/TRlu--wdFec.
Ricerca nel sito