Home > Malattie trasmesse da zanzare

Malattie trasmesse da zanzare

zanzara-640x320.jpg

La zanzara tigre può trasmettere, attraverso la sua puntura, varie malattie virali:

 

6 agosto 2018 - Notizia importante: West Nile virus in Veneto facciamo chiarezza

 
Infezione da virus Chikungunya

La Chikungunya è una malattia moderata che non si trasmette per contatto diretto tra uomo

e uomo, ma occorre la puntura da parte di zanzare tigre infette; si manifesta con febbre anche elevata, brividi, mal di testa e importanti dolori articolari e muscolari e spesso è presente anche un’eruzione cutanea pruriginosa.

L’andamento è benigno e la malattia si risolve spontaneamente in pochi giorni senza terapia specifica, anche se i dolori articolari possono persistere a lungo e richiedere trattamenti sintomatici.

 

La Dengue che si manifesta con sintomi simili alla Chikungunya, ma può dare complicanze gravi; in Europa non si è ancora verificata la trasmissione di questa malattia.

 

Infezione da virus ZIKA

Il virus Zika di solito provoca una forma lieve di malattia; i sintomi compaiono un paio di giorni dopo che la puntura di una zanzara infetta. La maggior parte delle persone con malattia da virus Zika presenta febbricola e rash cutaneo, si possono presentare anche congiuntiviti, dolori muscolari e articolari, e astenia. I sintomi di solito scompaiono in 2-7 giorni.

Il trattamento è sintomatico e consiste in farmaci per alleviare il dolore e la febbre, il riposo e bere tanta acqua.

Se i sintomi peggiorano, consultare un medico. Non esiste un vaccino specifico contro il virus.

 

Dal sito del Ministero della Salute

 

Se siamo stati esposti al rischio di punture di zanzara tigre, e nei giorni successivi alla esposizione si manifestano sintomi di tipo influenzale accompagnati da forti dolori articolari ed eventualmente da eruzioni cutanee pruriginose, dobbiamo consultare il nostro medico di famiglia. Lo stesso vale dopo un ritorno da viaggi in aree a rischio.

 

Mappe di rischio:

Chikungunya

Dengue

ZIKA virus
 


Come difendersi dalla


ZANZARA TIGRE

 

Che cos’è

La zanzara tigre è un insetto indigeno delle zone tropicali e subtropicali; essa si è diffusa in Italia e in Europa dagli anni novanta in poi, è lunga dai 2 ai 10 millimetri ed è riconoscibile

perché vistosamente tigrata di bianco e nero. La caratteristica principale della zanzara tigre è la sua aggressività ed il fatto di essere attiva sia di giorno che di notte, anche se predilige

la mattina ed il pomeriggio.

 

  Cosa fare

La zanzara tigre depone le uova in contenitori in cui è presente acqua stagnante. Al momento della schiusa delle uova, l’insetto ha bisogno di pochissima acqua per la trasformazione in adulto.

Un sottovaso, un tombino, un secchio... sono tutti luoghi ideali per lo sviluppo delle larve di zanzara.

Evitiamo per questo ogni ristagno d’acqua.

 

Cosa non fare

Non lasciamo gli annaffiatoi e i secchi con l’apertura rivolta verso l’alto.

Evitiamo di farci pungere: quando stiamo all’aperto in zone ricche di vegetazione, ricordiamo che la zanzara tigre è attratta dai colori scuri e dai profumi.

 

Ultimo aggiornamento: 06/08/2018
Ricerca nel sito