Home > Archivio News > ​Mal di schiena: verso la Giornata Onda del 25 maggio con le consulenze della Reumatologia del Civile

​Mal di schiena: verso la Giornata Onda del 25 maggio con le consulenze della Reumatologia del Civile

venerdì 20 Maggio 2022
Anche l'Ulss 3, con l'Ospedale di Venezia, aderisce all'iniziativa con cui Fondazione Onda si impegna contro il mal di schiena​,​ insieme alle strutture ospedaliere del network Bollini Rosa. Per la giornata del 25 maggio​ Onda​, l'Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere​,​ coinvolge le Reumatologie degli ospedali con i Bollini Rosa per offrire una giornata di servizi clinico-diagnostici e informativi gratuiti dedicati al mal di schiena​. ​Nella maggior parte dei casi​, infatti,​ il mal di schiena è riconducibile a cause di natura meccanica; esso però può essere anche espressione di una malattia infiammatoria cronica delle articolazioni​. Lo scopo dell'iniziativa​, quindi, ​è quello di sensibilizzare la popolazione femminile, che è la più colpita in tutte le fasce di età, verso una corretta conoscenza della problematica e, là dove necessario, a rivolgersi al proprio medico e agli specialisti reumatologi, specie in presenza di determinate situazioni di rischio​

In quest'ottica  presso l'Ospedale di Venezia, in occasione della Giornata, in questi giorni e fino al 25 maggio, è attivo un servizio di informazione/consulenza online che consentirà di inviare via mail dei quesiti relativi al focus "Mal di schiena al femminile: prevenzione e diagnosi precoce nelle diverse fasce d'età della donna" alla casella di posta segreteria@hemove.org. Ai quesiti risponderà il professor Leonardo Punzi, già Ordinario presso la Scuola di Specializzazione dai Reumatologia della Università di Padova, che collabora da anni, in qualità di Responsabile Scientifico dell'Area Reumatologica aziendale, con la Struttura di Reumatologia dell'Ulss 3 diretta dalla dottoressa Cristina Bernardi.

“Il focus di questa iniziativa alla sua seconda edizione è il mal di schiena proprio perché è un sintomo estremamente diffuso ma spesso sottovalutato - commenta Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda - e il perdurare di questa condizione può infatti essere espressione di uno stato infiammatorio cronico che necessita di una tempestiva valutazione da parte di uno specialista Reumatologo e di un adeguato trattamento. La diagnosi precoce è cruciale per impedire l’instaurarsi di gravi danni articolari ad alto impatto invalidante”.
L’iniziativa gode del patrocinio della Società Italiana di Reumatologia (SIR) e dell’associazione Reumatologhe DOnne (ReDo) e del contributo non condizionante di Novartis.
Per maggiori informazioni e per scaricare la pubblicazione “Il mal di schiena non ti dà tregua” clicca qui.
Ricerca nel sito