Home > Ospedali > Ospedale di Mestre > Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense

Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense

 
Responsabile Unità Operativa Semplice Dipartimentale
Foto_Dr_Frison_Giampietro_per_sito_AULSS3.jpg Frison Giampietro

Curriculum Vitae

Sede

UOSD Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense
Dipartimento di Direzione Medica di Presidio Ospedaliero (DMPO) di Mestre
Azienda ULSS 3 Serenissima
Piazzale San Lorenzo Giustiniani, 11/E/2 - 30174 Venezia Mestre

https://goo.gl/maps/4tgySPPisEuPyxdd7

Tel. 041 260 8747 (Segreteria) – 8730 (Analisi campioni biologici) – 8746 (Analisi campioni non biologici)
Fax: 041 2608732                          
Email: liatf@aulss3.veneto.it
Pec: liatf.aulss3@pecveneto.it
Orario di apertura al pubblico: lunedì - venerdì ore 8.30 - 13.30; lunedì - giovedì ore 14.30 - 16.30
Personale Sanitario
Bettin Chiara
Causin Irene  
Frasson Samuela  
Galeoni Bruno  
Masiero Massimo  
Pinton Laura  
Tedeschi Gianpaola  
Zamengo Luca  
Zancanaro Flavio  
Attività svolta (descrizione)
Il Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense effettua determinazioni quali-quantitative di alcol, sostanze stupefacenti o psicotrope, farmaci psicoattivi, tossici vegetali, e relativi metaboliti su campioni biologici prelevati da vivente e da cadavere (sangue intero, plasma, siero, urina, saliva, capelli e altre formazioni pilifere, organi e tessuti, etc.), e su campioni non biologici in giudiziale sequestro (polveri, liquidi, materiale vegetale, etc.), su richiesta di strutture ospedaliere, forze di Polizia, Autorità Giudiziaria, Prefetture, aziende private, singoli utenti.
Le prestazioni sono svolte con le seguenti finalità.

Tossicologia Clinica
Determinazioni quali-quantitative su campioni biologici (sangue intero, plasma, siero, urina, contenuto gastrico, capelli e altre formazioni pilifere):
  • Nei casi di intossicazione acuta da alcol, sostanze stupefacenti o psicotrope tradizionali, nuove sostanze psicoattive (ad es. amfetamino-simili come i catinoni sintetici, oppioidi sintetici, cannabinoidi sintetici, benzodiazepine sintetiche, allucinogeni/dissociativi, etc.), farmaci psicoattivi (ad es. analgesici narcotici, neurolettici, antidepressivi, benzodiazepine, etc.), tossici di origine vegetale (ad es. amanitine, colchicina, etc.);
  • A fini diagnostici di esposizione a sostanze psicoattive durante la gestazione.
Gli accertamenti in ambito tossicologico clinico vengono eseguiti su richiesta di strutture ospedaliere di pronto soccorso, terapie intensive, altri reparti ospedalieri di AULSS 3, o di altre aziende sanitarie del Veneto e di altre regioni italiane.

Tossicologia Forense
Analisi di campioni biologici in tema di:
  • Disabilità alla guida (accertamenti tossicologici su conducenti di veicoli coinvolti in incidenti stradali o sospettati di guidare sotto l’influenza di alcol, farmaci e sostanze psicoattive, su richiesta delle forze di Polizia ai sensi degli Artt. 186, 186 bis, 187 del Codice della Strada, o della L. 23 marzo 2016, n. 41 - Omicidio stradale e lesioni personali stradali);
  • Idoneità alla guida (controllo sotto il profilo tossicologico dei requisiti psico-fisici in candidati o titolari di patenti di guida su richiesta delle Commissioni Mediche Locali; Artt. 119 e 128 del Codice della Strada);
  • Idoneità al lavoro (controllo sotto il profilo tossicologico di lavoratori con mansioni comportanti rischi per l’incolumità e la sicurezza di terzi, su richiesta di Medici Competenti o SerD; Provv. 18/09/08 - G.U. 08/10/08 n° 236);
  • Reati sessuali facilitati da sostanze psicoattive (ricerca di xenobiotici depressori del SNC – incapacitanti - in campioni di sangue, urina, formazioni pilifere, in casi di violenza sessuale o altri reati commessi mediante utilizzo di sostanze psicoattive, su richiesta di strutture sanitarie o soggetti privati), anche in relazione alla P.O. di AULSS 3 per la gestione dei casi di presunta violenza sessuale;
  • Prestazioni tossicologico-forensi per utenti privati (ricerca di alcol, stupefacenti, sostanze di interesse farmaco-tossicologico in campioni di sangue, urina e formazioni pilifere prelevati da singoli utenti privati per finalità accertative personali o familiari, in relazione a procedimenti amministrativi o penali);
  • Tossicologia post-mortale (ricerca di alcol, sostanze stupefacenti o psicotrope, farmaci, altri xenobiotici di interesse tossicologico e relativi metaboliti in campioni post-mortali come sangue, urina, formazioni pilifere, umor vitreo, cuore, fegato, polmone, rene, encefalo, bile, etc., prelevati in sede autoptica su richiesta dell’Autorità Giudiziaria nei casi di decesso presuntivamente causato o concausato da xenobiotici).
Analisi di campioni non biologici (materiale sequestrato)
  • Determinazioni quali-quantitative di principi attivi stupefacenti, adulteranti, e diluenti su campioni in giudiziale sequestro (polveri, liquidi, materiale vegetale, preparazioni farmaceutiche, etc.), su incarico dell’Autorità Giudiziaria, in relazione al traffico illecito di droghe e altri xenobiotici (D.P.R. 309/90 e successive modifiche, D.M. 11 aprile 2006);
  • Indagini morfologiche e comparative (principi attivi, adulteranti, diluenti) e mappature composizionali dei suddetti campioni.
L’attività analitica è espletata in regime di convenzione con le Procure della Repubblica di Venezia, Treviso, Belluno, Rovigo, Pordenone, Tribunale dei Minorenni di Venezia. In casi specifici anche su richiesta di altre Procure della Repubblica del Veneto (Vicenza, Verona, Padova), e di altre Regioni e Provincie Autonome (ad es. Milano, Bergamo, Monza, Trento, Tribunale per i Minorenni di Trieste).

Gli accertamenti in ambito tossicologico forense, sia su campioni biologici che non biologici, vengono eseguiti oltre che su richiesta di Autorità Giudiziaria, anche per Forze di Polizia, Prefetture, Aziende ULSS della Regione Veneto o di altre Regioni, Aziende pubbliche e private, singoli utenti (cittadini, avvocati, consulenti tecnici, periti, etc.).

I campioni biologici e non biologici vengono analizzati mediante impiego delle più recenti tecniche Immunochimiche, Spettroscopiche (UV e IR); Gascromatografiche con rivelatori FID, Gascromatografiche e Liquido Cromatografiche accoppiate a Spettrometria di Massa (EI, CI, MS/MS, HR-MS).
In particolare, il Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense si avvale di strumentazione analitica di ultima generazione, costituita da Spettrometri di Massa ad Elevate Risoluzione ed Accuratezza (High-Resolution Accurate-Mass Mass Spectrometry, HRAM-MS). Più in dettaglio trattasi di strumenti basati su Cromatografia Liquida ad Ultra Prestazioni con rivelatori HRAM-MS di tipo Orbitrap (LC-HRAM-Orbitrap-MS).
Questa strumentazione permette di effettuare analisi con elevatissime specificità e sensibilità, consentendo di identificare e quantificare singole sostanze, anche su ridotte quantità di campioni biologici e non biologici, anche se presenti in tracce, od in assenza dei relativi standard di riferimento. Tale approccio analitico permette attualmente la ricerca generica indeterminata di circa 1500 sostanze di interesse farmaco-tossicologico (nuove o tradizionali sostanze psicoattive, farmaci, e loro specifici metaboliti) su matrici non biologiche e biologiche anche molto complesse, come sangue intero, capelli, organi o tessuti.

L’attività analitica del Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense è regolarmente monitorata mediante controlli di qualità interni e partecipazione a programmi esterni di valutazione della qualità, anche internazionali, sia per l’analisi di materiale biologico (LabVeq e HairVeq – Istituto Superiore di Sanità; GTFCH – Society of Toxicological and Forensic Chemistry) che non biologico (UNODC International Quality Assurance Programme; Australian Government – National Measurement Institute).

Punti di eccellenza
Il Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense è costantemente impegnato in attività di aggiornamento, formazione, ricerca, sviluppo e consulenza, con particolare riferimento alle seguenti tematiche:
  • Affidabilità delle misure in ambito tossicologico forense (incertezza di misura e confronto con limiti di legge), con particolare riferimento alle determinazioni dell’alcolemia in tema di disabilità alla guida (Artt. 186 e 186 bis del Codice della Strada), di omicidio stradale e lesioni personali stradali (L. 23 marzo 2016, n. 41), o di idoneità lavorativa (L. 30 marzo 2001, n. 125, D.L. 9 aprile 2008, n. 81);
  • Messa a punto di metodi analitici sempre più specifici e sensibili per la ricerca di stupefacenti tradizionali, nuove sostanze psicoattive, e farmaci psicotropi in matrici biologiche e non biologiche, mediante Spettrometria di Massa ad Elevate Risoluzione ed Accuratezza (High-Resolution Accurate-Mass Mass Spectrometry, HRAM-MS).
In particolare il laboratorio si dedica da diversi anni all’identificazione, sia in campioni biologici che non biologici, delle nuove sostanze psicoattive (Novel Psychoactive Substances, NPS), sempre più presenti nel mercato clandestino delle sostanze stupefacenti e psicotrope. Esse sono chimicamente e farmacologicamente riconducibili alle seguenti maggiori classi: amfetamino-simili (catinoni sintetici, amminoindani, feniletilammine, piperazine, triptammine, benzofurani, etc.), oppioidi sintetici, cannabinoidi sintetici, benzodiazepine sintetiche, allucinogeni/dissociativi.
Le NPS rappresentano un costante pericolo per la salute individuale e collettiva, essendo un gruppo di sostanze vasto ed eterogeneo (migliaia di principi attivi), in continuo cambiamento, con misconosciute proprietà farmaco-tossicologiche e concentrazioni altamente variabili, facilmente reperibili in Internet, in grado di produrre gravi intossicazioni acute, anche mortali.
Nel periodo 2011 – 2022 il Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense ha identificato circa 70 nuove sostanze psicoattive circolanti nel Veneziano ed in altre province venete, ed ha inviato numerose segnalazioni al Dipartimento Politiche Antidroga – Presidenza del Consiglio dei Ministri, quale centro collaborativo del Sistema Nazionale di Allerta Precoce (SNAP) – Istituto Superiore di Sanità.

Riguardo agli stupefacenti tradizionali il Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense si è occupato del consistente aumento della potenza psicoattiva (elevata % di THC) dei preparati di Cannabis, e della notevole recente diffusione della cosiddetta “Cannabis Light” (ridotta % di THC, elevata % di CBD).
Il laboratorio si è inoltre occupato, tra i primi, anche in collaborazione con l’Autorità Giudiziaria, della diffusione nel Veneto della cosiddetta “Eroina gialla”, cioè di Eroina ad elevata % di principio attivo (dal 10 al 70 %, rispetto allo 0.3 – 3 % di quella tradizionale), causa di molteplici casi di overdose, spesso letali.

Nell’ambito degli accertamenti sanitari sui conducenti coinvolti in incidenti stradali o sospettati di guidare sotto l’influenza di alcol o sostanze psicoattive, il Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense giornalmente riceve ed analizza campioni di sangue intero ed urina provenienti da 20 strutture di pronto soccorso dei presidi ospedalieri delle province di Venezia, Treviso, Rovigo (AULSS 2, 3, 4, 5), sulla base di un protocollo operativo vigente tra Prefetture, Procure della Repubblica, ed AULSS. Tale protocollo, che vede anche la collaborazione della UOC di Medicina Legale di AULSS 3, rappresenta una realtà di eccellenza a livello nazionale in termini di organizzazione, uniforme applicazione, ed efficacia in termini di deterrenza delle condotte di guida sotto l’influenza di alcol e stupefacenti.

Oltre a partecipare a programmi esterni di controllo della qualità, il Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense promuove e conduce da diversi anni una iniziativa di valutazione esterna di qualità, denominata “Circuito inter-laboratorio per la determinazione dell’alcolemia con finalità forensi”. L’iniziativa, alla quale partecipano gratuitamente ed anonimamente circa 50 laboratori ospedalieri e universitari di area tossicologica clinica e forense, prevede la preparazione di campioni di sangue a concentrazione nota di alcol etilico, la loro spedizione in condizioni di temperatura controllata (in collaborazione con la Fondazione Banca degli Occhi del Veneto), la successiva analisi da parte dei laboratori partecipanti, la produzione periodica di specifici report.

Gli operatori del Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense sono membri delle associazioni scientifiche “Gruppo Tossicologi Forensi Italiani (GTFI)”, “International Association of Forensic Toxicologists (TIAFT)”, “Society of Hair Testing (SOHT)”.
Essi sono stati inoltre i principali promotori della redazione delle “Linee Guida GTFI per la determinazione di sostanze stupefacenti e psicotrope su materiale non biologico con finalità tossicologico-forensi (2017)”, ed hanno partecipato all’aggiornamento delle “Linee Guida GTFI per le strutture dotate di laboratori per gli accertamenti di sostanze d'abuso con finalità tossicologico-forensi e medico-legali su campioni biologici prelevati da vivente (2018)”.
Il Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense collabora infine con Università e Centri di Ricerca italiani e stranieri per la redazione di tesi di laurea e la partecipazione a progetti di ricerca.

Attività scientifica di particolare rilievo
L’attività scientifica del Laboratorio di Tossicologia Clinica e Forense consiste anche nella produzione di Pubblicazioni su Riviste scientifiche internazionali; Comunicazioni orali e Poster presentati a Congressi nazionali e internazionali, Incontri scientifici, Corsi di formazione; nella organizzazione di Convegni su tematiche di tossicologia clinica e forense.

Pubblicazioni su Riviste Scientifiche
  • Frison, G., Zancanaro, F., Frasson, S., Quadretti, L., Agnati, M., Vlassich, F., Gagliardi, G., Salento, T., Donato, P., & Mondello, L. (2021). Analytical Characterization of 3-MeO-PCP and 3-MMC in Seized Products and Biosamples: The Role of LC-HRAM-Orbitrap-MS and Solid Deposition GC-FTIR. Frontiers in chemistry8, 618339. https://doi.org/10.3389/fchem.2020.618339
  • Mestria, S., Odoardi, S., Frison, G., & Strano Rossi, S. (2021). LC-HRMS characterization of the skin pigmentation and sexual enhancers melanotan II and bremelanotide sold on the black market of performance and image enhancing drugs. Drug testing and analysis13(4), 876–882. https://doi.org/10.1002/dta.2986
  • Zamengo, L., Bettin, C., Badocco, D., & Frison, G. (2020). Cannabis potency in North-East Italy: A ten-year study (2010-2019). Forensic science international317, 110556. https://doi.org/10.1016/j.forsciint.2020.110556
  • Salerno, T., Donato, P., Frison, G., Zamengo, L., & Mondello, L. (2020). Gas Chromatography-Fourier Transform Infrared Spectroscopy for Unambiguous Determination of Illicit Drugs: A Proof of Concept. Frontiers in chemistry8, 624. https://doi.org/10.3389/fchem.2020.00624
  • Zamengo, L., Frison, G., Zwitser, G., Salomone, A., & Freeman, T. P. (2020). Cannabis knowledge and implications for health: Considerations regarding the legalization of non-medical cannabis. Medicine, science, and the law60(4), 309–314. https://doi.org/10.1177/0025802420934255
  • Zamengo, L., Tedeschi, G., Frison, G., Griffoni, C., Ponzin, D., & Jones, A. W. (2019). Inter-laboratory proficiency results of blood alcohol determinations at clinical and forensic laboratories in ItalyForensic science international295, 213–218. https://doi.org/10.1016/j.forsciint.2018.12.018
  • Zamengo, L., Bettin, C., Badocco, D., Di Marco, V., Miolo, G., & Frison, G. (2019). The role of time and storage conditions on the composition of hashish and marijuana samples: A four-year study. Forensic science international298, 131–137. https://doi.org/10.1016/j.forsciint.2019.02.058
  • Papa, P., Valli, A., Di Tuccio, M., Frison, G., Zancanaro, F., Buscaglia, E., & Locatelli, C. A. (2019). Analytically Confirmed Intoxication by 4-Fluoromethylphenidate, an Analog of Methylphenidate. Journal of analytical toxicology43(5), e1–e7. https://doi.org/10.1093/jat/bkz001
  • Zamengo, L., Frison, G., & Zwitser, G. (2019). Understanding and managing the new psychoactive substances phenomenon: a holistic approach. Journal of public health policy40(2), 217–235. https://doi.org/10.1057/s41271-018-0156-6
  • Zamengo, L., & Frison, G. (2016). La valutazione e la gestione dei rischi per la salute individuale e collettiva associati alla diffusione e al consumo delle nuove sostanze psicoattive. Medicina delle dipendenze, 22, 73-78.
  • Zamengo, L., Frison, G., Tedeschi, G., & Frasson, S. (2016). Forensic-metrological considerations on assessment of compliance (or non-compliance) in forensic blood alcohol content determinations: A case study with software application. Forensic science international265, 144–152. https://doi.org/10.1016/j.forsciint.2016.02.005  
  • Frison, G., Frasson, S., Zancanaro, F., Tedeschi, G., & Zamengo, L. (2016). Detection of 3-methylmethcathinone and its metabolites 3-methylephedrine and 3-methylnorephedrine in pubic hair samples by liquid chromatography-high resolution/high accuracy Orbitrap mass spectrometry. Forensic science international265, 131–137. https://doi.org/10.1016/j.forsciint.2016.01.039
  • Frison, G., Zamengo, L., Zancanaro, F., Tisato, F., & Traldi, P. (2016). Characterization of the designer drug deschloroketamine (2-methylamino-2-phenylcyclohexanone) by gas chromatography/mass spectrometry, liquid chromatography/high-resolution mass spectrometry, multistage mass spectrometry, and nuclear magnetic resonance. Rapid communications in mass spectrometry: RCM30(1), 151–160. https://doi.org/10.1002/rcm.7425
  • Frison, G., Odoardi, S., Frasson, S., Sciarrone, R., Ortar, G., Romolo, F. S., & Strano Rossi, S. (2015). Characterization of the designer drug bk-2C-B (2-amino-1-(bromo-dimethoxyphenyl)ethan-1-one) by gas chromatography/mass spectrometry without and with derivatization with 2,2,2-trichloroethyl chloroformate, liquid chromatography/high-resolution mass spectrometry, and nuclear magnetic resonance. Rapid communications in mass spectrometry: RCM29(13), 1196–1204. https://doi.org/10.1002/rcm.7211
  • Zamengo, L., Frison, G., Bettin, C., & Sciarrone, R. (2015). Cannabis potency in the Venice area (Italy): update 2013. Drug testing and analysis7(3), 255–258. https://doi.org/10.1002/dta.1690
  • Zamengo, L., Frison, G., Bettin, C., & Sciarrone, R. (2014). Understanding the risks associated with the use of new psychoactive substances (NPS): high variability of active ingredients concentration, mislabelled preparations, multiple psychoactive substances in single products. Toxicology letters229(1), 220–228. https://doi.org/10.1016/j.toxlet.2014.06.012
  • Frison, G., Zamengo, L., Zancanaro, F., Tedeschi, G., Bettin, C., Frasson, S., & Sciarrone, R. (2014). Potenzialità della spettrometria di massa ad elevata risoluzione ed elevata accuratezza nella caratterizzazione strutturale delle nuove sostanze psicoattive ad azione amfetamino-simile, Italian journal on addiction, 4, 57-67.  
  • Zamengo, L., Frison, G., Tedeschi, G., Frasson, S., Zancanaro, F., & Sciarrone, R. (2014). Variability of blood alcohol content (BAC) determinations: the role of measurement uncertainty, significant figures, and decision rules for compliance assessment in the frame of a multiple BAC threshold law. Drug testing and analysis6(10), 1028–1037. https://doi.org/10.1002/dta.1614
  • Zamengo, L., Frison, G., Bettin, C., & Sciarrone, R. (2014). Variability of cannabis potency in the Venice area (Italy): a survey over the period 2010-2012. Drug testing and analysis6(1-2), 46–51. https://doi.org/10.1002/dta.1515
  • Strano Rossi, S., Anzillotti, L., Castrignanò, E., Frison, G., Zancanaro, F., & Chiarotti, M. (2014). UHPLC-MS/MS and UHPLC-HRMS identification of zolpidem and zopiclone main urinary metabolites and method development for their toxicological determination. Drug testing and analysis6(3), 226–233. https://doi.org/10.1002/dta.1470
  • Zamengo, L., Bettin, C., Frison, G., Gregio, M., & Sciarrone, R. (2013). Drugs WorkBook (DWB): A tool for the analysis of illicit drugs in seized materials, Science and justice, 53, 415-424. https://doi.org/10.1016/j.scijus.2013.03.001
  • Zamengo, L., Frison, G., Gregio, M., Orrù, G., & Sciarrone, R. (2011). Determination of illicit drugs in seized materials: role of sampling and analysis in estimation of measurement uncertainty. Forensic science international208(1-3), 108–123. https://doi.org/10.1016/j.forsciint.2010.11.018  
  • Frison, G., Gregio, M., Zamengo, L., Zancanaro, F., Frasson, S., & Sciarrone, R. (2011). Gas chromatography/mass spectrometry determination of mephedrone in drug seizures after derivatization with 2,2,2-trichloroethyl chloroformate. Rapid communications in mass spectrometry: RCM25(2), 387–390. https://doi.org/10.1002/rcm.4842.

Indicazioni stradali

Indirizzo: Piazzale San Lorenzo Giustiniani, 11/E/2 - 30174 Venezia Mestre (https://goo.gl/maps/4tgySPPisEuPyxdd7).
La sede è dotata di parcheggio e facilmente raggiungibile in auto o con mezzi pubblici.

In autobus:
Da P.le Roma: Autobus n° 2 - Fermata Piscina CONI via Circonvallazione; Autobus Treviso - 1° Fermata del Terraglio - di fronte stabile Telecom; Autobus n° 80 Fermata Via Castellana.
Rete urbana Mestre: Autobus n° 2, 3, 10, 15 - Fermata Piscina CONI via Circonvallazione; Autobus n°20 e 21 - Fermata Via Castellana.
In auto:
Da tangenziale di Mestre: Uscita Castellana, bretella per NOVOTEL, all’inizio del cavalcavia tenere la destra (direzione Stazione FS), alla rotonda prima uscita a destra, all’altezza dell’inizio sottopasso per Mestre Centro ancora a destra (direzione Cipressina) per via San Damiano. Di fronte alla Chiesa (Piazzalc.L. Giustiniani) girare a destra. Risulta visibile lo stabile a quattro piani di colore rosa del Dipartimento di Prevenzione AULSS 3. Il laboratorio si trova alla destra dello stabile rosa, nel piazzale interno (seguire cartelli indicatori).
Percorso stradale Laboratorio Tossicologia Clinica e Forense

Informazioni per l'utenza
L'utente privato che necessita di prestazioni in ambito tossicologico forense può rivolgersi preventivamente al laboratorio, telefonicamente o via email, ed ottenere informazioni circa le modalità di prelievo/raccolta dei campioni biologici, la relativa refertazione, le tariffe applicate, e fissare un appuntamento per l'effettuazione delle prestazioni analitiche. Orario di apertura al pubblico: lunedì - venerdì ore 8.30 - 13.30; lunedì - giovedì ore 14.30 - 16.30.

In occasione dell'appuntamento l'utente deve presentarsi munito di Documento di Identità e Codice Fiscale, unitamente alla fotocopia dei due documenti.

Il costo delle prestazioni effettuate dal laboratorio è stabilito dal relativo Tariffario Aziendale (Delibera n. 541 del D.G. ULSS 12 Veneziana del 5.9.2011).
Tariffario Laboratorio Tossicologico Clinica e Forense

Il pagamento delle prestazioni può essere effettuato dall'utente privato come segue:

a) al termine della prestazione il personale di laboratorio consegna all'utente il "Modulo prestazioni CUP";
b) l'utente presenta il modulo ricevuto allo Sportello CUP del vicino Dipartimento di Prevenzione (P.le S. L. Giustiniani 11/D, stanza 18, ore 8.30 - 11.30, da lunedì a venerdì) e ritira "Promemoria di spesa CUP" e "Avviso di pagamento PagoPA";
c) l'utente effettua il pagamento scegliendo tra le seguenti modalità:
1) mediante gli sportelli cassa CUP situati presso gli Ospedali dell'Angelo di Mestre o S.S. Giovanni e Paolo di Venezia;
2) utilizzando le riscuotitrici automatiche dell'Azienda ULSS 3 di Mestre o Venezia (solo con bancomat);
3) utilizzando il modulo "Avviso di pagamento PagoPA" (online, o presso gli esercizi pubblici indicati).

Effettuate le prestazioni analitiche l'utente riceve comunicazione telefonica, da parte della segreteria del laboratorio, della disponibilità del referto.

La consegna del referto può avvenire con le seguenti modalità:
1) ritiro in persona presso la segreteria del laboratorio (da lunedì a venerdì ore 8.30 - 13.30; da lunedì a giovedì ore 14.30 - 16.30) a seguito di presentazione di ricevuta di pagamento e documento di identità (o, nel caso in cui il referto sia ritirato da persona diversa dall'interessato, delega + documento di identità del delegato e copia di un documento di identità del delegante);
2) invio telematico da parte della segreteria del laboratorio, esclusivamente all'email/PEC personale dell'interesato, a seguito di ricezione della ricevuta di pagamento e previa autorizzazione scritta prodotta al momento dell'effettuazione della prestazione.

FileDimensioneAzioni
Guida ai servizi LabTCF Mestre129.91 KB
Ultimo aggiornamento: 18/03/2022