Home > La nuova grande Ulss: crescerà silenziosa, porterà frutti buoni

La nuova grande Ulss: crescerà silenziosa, porterà frutti buoni

Una grande Azienda sanitaria che via via, progressivamente mostrerà agli utenti i vantaggi di un’organizzazione nuova: sarà questo, in sostanza, l’Ulss 3 Serenissima. L’Ulss 3 Serenissima, la grande Azienda sanitaria del Veneziano, nasce il primo di gennaio, e unisce all’Ulss 12 Veneziana le Aziende sanitarie di Dolo-Mirano (l’ex Ulss 13) e di Chioggia (l’ex Ulss 14). “Ma intanto gli utenti sappiano – spiega il Direttore Generale Giuseppe Dal Ben – che non troveranno alcuna difficoltà o alcuna complicazione in questo periodo di passaggio. Dal primo gennaio non cambiano i riferimenti, non cambiano i servizi, non cambiano le modalità per l’ottenimento delle prestazione. E’ vero che dentro l’Azienda stiamo facendo un lavoro gigantesco, anche per l’imponente carico di adempimenti amministrativi e burocratici; ma tutto questo lavoro sarà ben fatto se l’utente quasi non se ne accorgerà, e ne scoprirà in seguito, via via, gli effetti positivi”.

 

L’Ulss 3 Serenissima sarà una grande Azienda sanitaria: servirà ben più di 600.000 cittadini, di 23 Comini diversi. Avrà sei Ospedali pubblici, a cui si aggiungono quattro Ospedali accreditati. Si articolerà sul territorio con 33 sedi distrettuali, oltre a 7 sedi del Dipartimento di Prevenzione, e ad altre 23 sedi del Dipartimento di Salute Mentale, per citare solo alcuni servizi. La nuova grande Azienda gestirà ogni anno 234.000 accessi nei suoi sei punti di Pronto Soccorso. E fornirà quasi tre milioni di prestazioni ambulatoriali, senza contare quelle ai degenti negli ospedali…

 

Nella nascente Ulss 3 Serenissima sono impegnati quasi diecimila persone – medici, infermieri, impiegati, amministratori… –. Tutti lavorano per costruire in prospettiva servizi migliori ai cittadini: un Centro Prenotazioni unico, che dia più scelta e più prestazioni; una rete di Ospedali, costruita intorno all’Angelo,  che garantisca la risposta alle urgenze; una sanità territoriale che si allinea al livello più alto, per servizi eccellenti ovunque sul territorio. E tanto altro.

Nello stesso tempo, però, tutta l’Ulss 3 Serenissima lavora perché il primo di gennaio l’utente possa tranquillamente trovare la consueta via per i servizi di cui necessita, senza disagi. La scommessa è quella di un graduale progressivo miglioramento, in ogni settore della cura e dell’assistenza, che faccia scoprire di mese in mese nuove proposte e nuove tutele, senza che la nascita della nuova Ulss costituisca mai un problema o una difficoltà per i cittadini.

 

“Affrontiamo questo passaggio, che avviene contemporaneamente in tutte le città del Veneto – spiega ancora il Direttore Generale Giuseppe Dal Ben – insieme ai cittadini. Contiamo sulla loro collaborazione e sul loro sostegno. Con il loro aiuto, potremo far sì che la nuova grande Azienda sanitaria cresca come cresce una foresta: progressivamente, senza far rumore, per poi rivelarsi come un posto bello in cui vivere. Una foresta piena di frutti buoni, e… serenissima”.

Ultimo aggiornamento: 11/04/2019
Ricerca nel sito