Home > Sociale > Interventi a sostegno del ruolo di cura e assistenza dei Caregiver familiari

Interventi a sostegno del ruolo di cura e assistenza dei Caregiver familiari

Ai sensi del Decreto interministeriale del 27.10.2020 (Ministero per le pari opportunità e Ministero del lavoro e delle politiche sociali), della Deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n.295/2021 e dei Decreti della Direzione servizi sociali della Regione Veneto (U.O. non autosufficienza) n.52 del 30.11.2021 n.2 del 14.1.2022 e n.9 del 26.05.2022

La Legge 205/2017, Art.1 c. 255 - ha definito caregiver familiare la persona che assiste e si prende cura del coniuge, dell'altra parte dell'unione civile tra persone dello stesso sesso o del convivente di fatto, un familiare o di un affine entro il secondo grado che, a causa di malattia, infermità o disabilità, anche croniche o degenerative, non sia autosufficiente e in grado di prendersi cura di sé, sia riconosciuto invalido in quanto bisognoso di assistenza globale e continua di lunga durata, o sia titolare di indennità di accompagnamento.

Con Decreto della Direzione Servizi Sociali della Regione Veneto (U.O. Non Autosufficienza) n.52/2021  è stata approvata l’istituzione di tre specifici interventi denominati:
 
  • Intervento A.1 – destinato ai caregiver che seguono persone in condizione di disabilità gravissima tenendo conto anche dei fenomeni di insorgenza anticipata.
 
  • Intervento A.2 – destinato ai caregiver di coloro che non hanno avuto accesso alle strutture residenziali a causa delle disposizioni normative emergenziali.
 
  • Intervento A.3 - destinato ai programmi di accompagnamento finalizzati alla deistituzionalizzazione e al ricongiungimento del caregiver con la persona assistita.

Con successivo Decreto della Direzione Servizi Sociali della Regione Veneto (U.O. Non Autosufficienza) n. 9/2022  sono state fornite alcune precisazioni e introdotte alcune modifiche.

In sintesi, alla data attuale, gli interventi sopra elencati hanno le seguenti caratteristiche:
 
  • sono incompatibili tra loro
  • possono essere richiesti anche in presenza di impegnativa di cura domiciliare
  • sono condizionati all’accertamento della condizione economica rilevata attraverso l’ISEE (della persona non autosufficiente)
  • sono attribuiti dall’UVMD (Unità Valutativa Multidimensionale Distrettuale) che costituisce l’organismo competente per l’accesso alla misura e che provvede alla valutazione della compatibilità del potenziale assistenziale del caregiver rispetto al bisogno della persona non autosufficiente o con disabilità.
  • hanno carattere sperimentale

Per completezza di informazione si allegano il decreto del Direttore Regionale U.O. Non Autosufficienza 30 novembre 2021, n. 52, la delibera di Giunta Regionale 16 marzo 2021, n. 295 e il decreto del Direttore Regionale U.O. Non Autosufficienza 26 maggio 2022, n. 9
 
Per informazioni sul presente avviso i soggetti interessati potranno rivolgersi ai Comuni di residenza e/o ai Distretti di competenza.
Ultimo aggiornamento: 07/07/2022