Home > Archivio News > Il Vaporetto Rosa, un mese di visite di prevenzione nelle località meno raggiungibili e sessantuno donne visitate

Il Vaporetto Rosa, un mese di visite di prevenzione nelle località meno raggiungibili e sessantuno donne visitate

sabato 05 Novembre 2022
Ha attraccato nelle aree più difficilmente raggiungibili, ai vari angoli della laguna di Venezia, il Vaporetto Rosa della Prevenzione. E ha portato anche nelle isole il messaggio chiave della lotta al tumore al seno: "Sessantuno le donne visitate nel nostro ambulatorio sul Vaporetto Rosa e, di queste, due sono state indirizzate ad ulteriori accertamenti - spiega il dottor Guido Papaccio, che guida la Breast Unit dell'Ulss 3 Serenissima - che saranno fatti in via precauzionale. Come accade ogni volta a seguito di un'allerta segnalata dall'esame di screening, si avvia quel percorso di presa in carico che, nel caso si verifichi la presenza di un reale problema, può salvare la vita e comunque rendere più sostenibile il percorso di cura. E molte di più di queste 61 persone visitate, sono state le donne che durante le uscite del Vaporetto Rosa hanno dialogato con i medici e con i nostri operatori, scoprendo o riscoprendo come la prevenzione attraverso gli screening sia una grande occasione di salute, a cui aderire senza dubbio alcuno".

Cinque le tappe del Vaporetto Rosa in aree particolari dell'estuario, ovviamente raggiungibili solo via acqua: Murano, Sant'Erasmo, Sacca Sessola, Burano, Pellestrina. "Risulta fondamentale questa capacità dei nostri operatori e dei nostri servizi - sottolinea il Direttore Generale dell'Ulss 3 Serenissima, Edgardo Contato - di percorrere strade non battute e innovative per portare il messaggio della prevenzione là dove è più difficile arrivare. Con il Vaporetto Rosa, e con tante altre iniziative nei territori, portiamo sollecitazioni e facilitazioni che permettono di avvicinare agli screening più persone possibile. Il tumore al seno, ma anche le altre patologie oncologiche che il servizio sanitario pubblico contrasta attraverso gli esami preventivi, sono una seria minaccia per la serenità della vita di ciascuno di noi e di ogni famiglia: la sensibilità alla prevenzione e l'adesione agli screening sono l'arma più potente che abbiamo, messa a disposizione di tutti". 
"Per questo l'Azienda sanitaria veneziana - conclude il Direttore Generale - ringrazia la Lilt, Avapo Venezia e le altre associazioni con cui collabora nell'Ottobre Rosa, partner entusiasti e vivacissimi, e durante tutto l'anno. E ringrazia le amministrazioni locali che permettono, con la loro collaborazione, la realizzazione di iniziative particolari come quella del Vaporetto Rosa e come i molti eventi messi in campo nei territori".
Ricerca nel sito