Home > Archivio News > Guardia Medica: servizio riorganizzato, l'Ulss 3 Serenissima monitora la risposta data all'utenza

Guardia Medica: servizio riorganizzato, l'Ulss 3 Serenissima monitora la risposta data all'utenza

mercoledì 11 Gennaio 2023
Pur cadendo tra due festivi, la giornata di sabato 7 gennaio, spiega l'Ulss 3 rispondendo alle segnalazoioni ricevute dagli organi di stampa su presunti disservizi, non è stata, per la Guardia Medica di Venezia e della Terraferma veneziana, molto più impegnativa rispetto ad un consueto giorno festivo: ci pare di poter dire che, molto semplicemente, una quota consistente di coloro che hanno chiamato la Continuità Assistenziale non hanno atteso fino a prendere la linea, e hanno desistito. "Le chiamate ricevute dall'area di Venezia e Mestre - sottolinea la dottoressa Erika Sampognaro - in quel sabato sono state 192, di cui 157 arrivate dal territorio della Terraferma veneziana, a cui si aggiungono poi le 17 chiamate ricevute nella serata, dalle 20.00 alle 24.00. Un numero di chiamate importante, quindi, ma non tale da mettere in crisi il sistema recentemente riorganizzato. Anche perché, nonostante sia difficilissimo trovare professionisti, siamo riusciti implementare il numero dei medici in servizio di Continuità Assistenziale, che ora, nel Distretto della Terraferma veneziana, sono 16 rispetto ai 9 che operavano un anno fa".
"Da una prima verifica - continua la dottoressa Sampognaro - vediamo piuttosto che sulle 174 telefonate alla Continuità Assistenziale della Terraferma veneziana, tra giorno e serata, gli utenti che hanno abbandonato la chiamata sono 59: un terzo degli utenti ha quindi interrotto la chiamata senza attendere che il servizio li mettesse in contatto con la guardia medica della prima sede in grado di rispondere. Va ricordato infatti che l'attuale organizzazione della Continuità Assistenziale di Mestre e Venezia prevede che le telefonate in ingresso vengano distribuite ai vari punti sul territorio, proprio al fine di ridurre l'attesa dell'utente che chiama. Molti utenti hanno preferito quindi abbandonare la chiamata; e quelli che hanno pensato di andare personalmente alla sede di Favaro hanno fatto una scelta non corretta, perché in questo momento a Favaro non è previsto il libero accesso degli utenti".   
L'Ulss 3 Serenissima prosegue nel monitoraggio del servizio, sede per sede, per accertare che tutti i punti di Guardia Medica abbiano svolto con puntualità il loro servizio anche nel recente periodo festivo.
Ricerca nel sito