Home > Distretto Mirano - Dolo > Distretto di Mirano - Dolo > Territorio > Consultori familiari > Gruppo tutori volontari dei minori di età ULSS n. 3 Distretto di Mirano-Dolo - Comitato dei Sindaci

Gruppo tutori volontari dei minori di età ULSS n. 3 Distretto di Mirano-Dolo - Comitato dei Sindaci

Indirizzo: referente del gruppo per l' Ulss 3 Distretto di Mirano-Dolo è la dott.ssa Stefania Giordani, assistente sociale presso il Consultorio Familiare di Stra. Il gruppo si riunisce periodicamente presso il Distretto Socio Sanitario n.3 Sede di Mirano.

Telefono del Referente: 049/9802245 int. 1-2

mail: stefania.giordani@aulss3.veneto.it

Descrizione:
Il gruppo di tutori volontari è formato da persone disponibili e motivate alla tutela dei minori di età, appositamente formate a svolgere questo ruolo attraverso un corso organizzato nell’ambito del territorio dell’Ulss 3 Distretto di Mirano-Dolo. Si tratta di un progetto istituito dall’Ufficio del Pubblico Tutore dei minori del Veneto, attualmente confluito nelle attività dell’Ufficio del Garante dei diritti della persona. Nel Veneto ogni gruppo è coordinato da un Referente Territoriale per l’Azienda ULSS e uno per il Comitato dei Sindaci (trattasi di professionisti dei servizi territoriali per la tutela dei minori).
Il tutore legale è la persona che ha funzione di tutela e protezione del minore e lo rappresenta in tutti gli atti civili e, qualora il minore possegga un patrimonio, ne amministra i beni. Tra le competenze del tutore non rientra l’accudimento quotidiano del minore che spetta alla famiglia affidataria o alla comunità di accoglienza.
Di seguito alcuni casi in cui si ricorre alla nomina di un tutore:
  • morte dei genitori
  • mancato riconoscimento del minore alla nascita
  • lontananza o irreperibilità dei genitori (minori stranieri non accompagnati)
  • sospensione, decadenza o esclusione dei genitori dall’esercizio della potestà
  • incapacità dei genitori per minore età o interdizione
  • dichiarazione di adottabilità
E’ compito dei Referenti Territoriali individuare, su richiesta dell’Ufficio del Garante dei diritti della persona, il volontario più adeguato ad assumere il ruolo di tutore per lo specifico caso di cui sia giunta indicazione dal Tribunale dei Minori (abbinamento personalizzato).
I Referenti Territoriali offrono una consulenza di primo livello ai tutori mentre l’Ufficio del Garante dei diritti della persona offre una consulenza di secondo livello.
 
Ultimo aggiornamento: 11/01/2018