FAQ screening mammografico

Perché fare la mammografia?
Perché il carcinoma della mammella è il tumore più frequente fra le donne, in termini di comparsa di nuovi casi e di mortalità. La probabilità di ammalarsi aumenta progressivamente con l’età.
Dagli anni Novanta però, i tassi di mortalità in Italia per tumore della mammella, aggiustati per età sono diminuiti di circa il 20%, anche grazie alla diagnosi precoce

A chi è rivolto il programma di screening?
E’ rivolto a tutte le donne apparentemente sane e prive di alcun sintomo, che possono presentare o meno fattori di rischio familiare per il tumore alla mammella.
La fascia d’età cui si rivolge lo screening nella nostra AULSS, è quello delle donne da 50 a 74 anni.
La mammografia deve essere eseguita ogni 2 anni.

Dove si esegue la mammografia?
Dopo la positiva esperienza con il Mezzo Mobile, che ci ha consentito di avviare il programma di screening nella nostra Ulss e di portarlo anche nelle zone più lontane dalle strutture ospedaliere, oggi lo Screening mammografico si effettua negli ambulatori di radiologia senologica distribuiti su tutto il territorio dell’AULSS3.

Come devo fare per partecipare allo screening?
L’ invito è spedito tramite lettera, il contatto con la segreteria avviene telefonicamente o via mail. Gli eventuali controlli specialistici di approfondimento in caso di mammografia positiva, sono effettuati presso le sedi ospedaliere dell’AULSS3; in questo caso la paziente viene contattata telefonicamente da personale sanitario.

Come si esegue la mammografia?
L'esame si esegue appoggiando le mammelle una per volta su di un piano, dove vengono leggermente compresse e radiografate in senso orizzontale e in senso verticale (2 proiezioni). L’esame di solito non è doloroso e non è associato ad alcun rischio per la salute, dato che le dosi di radiazioni emesse sono molto basse. La mammografia è eseguita da un Tecnico di radiologia e l’immagine successivamente viene valutata da due medici specialisti radiologi.
In caso di mammografia negativa, viene inviata una lettera a domicilio, con il risultato dell’esame e il consiglio di ripetere il test dopo due anni.

Ogni quanto fare la mammografia?
L’intervallo ottimale tra una mammografia negativa e la successiva è di 2 anni. Se durante l’intervallo di screening dovessero comparire disturbi, oppure si dovesse percepire all’autopalpazione del seno una nodularità diversa dal solito, è opportuno non attendere la scadenza screening, ma recarsi dal proprio medico di fiducia

Se l'esame risulta positivo, cosa devo fare?
Sarà contattata telefonicamente da un operatore sanitario che le fisserà un appuntamento per una ecografia. Nel caso fosse necessario, potranno essere prescritti ulteriori indagini (agobiopsia, RMN; Mammotone) ed anche una visita senologica presso la Breast Unit aziendale

Se il mio esame e' positivo, vuol dire che ho qualcosa di brutto?
No, molti seni, specialmente in donne giovani, hanno una conformazione tale da non essere pienamente visibili alla sola mammografia e necessitano quindi di un controllo ecografico aggiuntivo

La mammografia è efficace, allora posso stare tranquilla?
Sì, la mammografia è un esame efficace, ma da sola può non bastare. Nell’intervallo tra una mammografia di screening e la successiva è necessario eseguire periodicamente un’autopalpazione del proprio seno e soprattutto prestare attenzione a piccoli segnali: fuoriuscita di sangue o secrezioni dal capezzolo, presenza di nodularità, “infossamenti” della cute, cambiamenti non simmetrici di forma e volume dei seni. In questo caso è opportuno non attendere la scadenza prestabilita per la successiva mammografia, ma recarsi dal proprio medico di fiducia per un controllo specialistico

Vorrei spostare l’appuntamento già fissato, cosa devo fare?
Può telefonare al call center della segreteria screening. La Segreteria risponde al numero verde 800185030 dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00.

Se non ho ricevuto l’invito?
Contatti la Segreteria Screening che verificherà i dati in archivio. Se ha effettuato una mammografia al di fuori del programma di screening negli ultimi 2 anni, ne viene registrata la data. Lo screening prevede un richiamo ogni 2 anni dall’ultima mammografia ovunque venga eseguita.

Se sono in gravidanza posso fare la mammografia?
La mammografia dovrà essere posticipata a dopo il parto

Se sono in allattamento?
Si può eseguire la mammografia ugualmente

E' veramente tutto gratuito?
Si, la mammografia è gratuita e così pure gli eventuali accertamenti fino alla diagnosi

Quanto tempo passa per avere la risposta?
In caso di mammografia negativa riceverà a casa una lettera con l’esito, in questo caso potrà attendere anche 40-45 giorni. In caso di mammografia positiva sarà contattata telefonicamente da un nostro operatore sanitario, che le fisserà un appuntamento per l’approfondimento ecografico.
Ultimo aggiornamento: 14/10/2019