Esenzioni totali

Per le prestazioni specialistiche ambulatoriali, di laboratorio e per la diagnostica per immagini hanno  diritto  a tale esenzione le seguenti categorie:
esenti per età e reddito;
invalidi di guerra dalla I alla V categoria e perseguitati politici italiani antifascisti o razziali e loro familiari superstiti, titolari di assegno vitalizio di benemerenza;
invalidi civili al 100% con o senza l’assegno di accompagnamento;
invalidi civili minori di 18 anni con indennità di frequenza;
invalidi civili con invalidità superiore ai 2/3 - dal 67% al 99% di invalidità;
grandi invalidi del Lavoro (dall’80 al 100%);
invalidi del lavoro con invalidità superiore ai 2/3 - dal 67% al 79% di invalidità;
grandi invalidi per servizio appartenenti alla I categoria;
invalidi per servizio dalla II alla V categoria;
ultra 65enne con difficoltà di grado grave;
ultra 65enne con difficoltà di grado medio;
ciechi assoluti o con residuo visivo non superiore ad un decimo ad entrambi gli occhi - con eventuale correzione - riconosciuti dall'apposita Commissione Invalidi Ciechi Civili – ai sensi dell'art. 6 co. 1 lett. f del D.M. 01.02.1991;
sordomuti (da intendersi coloro che sono colpiti da sordità dalla nascita o prima dell'apprendimento della lingua parlata) - ai sensi dell'art. 6 co. 1 lett. f del D.M. 01.02.1991;
vittime di atti di terrorismo e delle stragi di tale matrice con invalidità permanente pari o superiore all' 80% in base alla L. n. 302/90 – come modificata dalla L. n.206/2004 - (ex art. 5 co. 6 del D.Lgs. 124/1998); vittime “del dovere e categorie equiparate” con invalidità permanente pari o superiore all' 80% individuate dalla L. n. 266/2005 art. 1, c. 563 e 564 e dal D.P.R. n. 243 del 7/07/2006.
Ultimo aggiornamento: 13-10-2015