Home > Archivio News > Emodinamica miranese: oggi una Giornata di interventi cardiovascolari trasmessi in diretta e in streaming

Emodinamica miranese: oggi una Giornata di interventi cardiovascolari trasmessi in diretta e in streaming

sabato 27 Novembre 2021
Quattro sessioni di interventi cardiovascolari trasmessi in sede di congresso e in diretta streaming: si svolge oggi a Mirano l'ormai consueto appuntamento con una delle eccellenze locali, quella della cardiologia del presidio ospedaliero, che racconta il proprio lavoro, ancora una volta, alla città e al territorio. Quella odierna, nel Teatro comunale, è la XXIII.ma edizione delle Gornat​e di ​Cardiologia interventistica miranese​: protagonisti sul palco del Teatro, e ancor più nelle sale operatorie collegate in diretta, i cardiologi interventisti dell’Emodinamica ​guidata dal Primario Salvatore Saccà, che ​hanno programmato ed eseguito quattro interventi ​su pazienti con​ patologie cardiovascolari complesse​. Presenti in sala o collegati in streaming i colleghi delle cardiologie e cardiochirurgie degli altri Ospedali dell'Ulss 3 Serenissima e del Veneto; relatori ​nel ricco programma ​i massimi esponenti della cardiologia veneta. ​
"Questa Giornata congressuale - ha sottolineato il Primario Saccà - è organizzata in memoria del ​professor Pietro Pascotto​,​ ​Direttore della ​Cardiologia ​miranese​ fino al 2010​. Le ventitrè edizioni organizzate fin qui certificano il valore dell​a nostra Emodinamica di Mirano,​ che non da oggi è un'eccellenza nel quadro della specialistica italiana, e che tale si conferma ​poiché ne hanno preso il testimone specialisti in grado di mantener​n​e alta la fama​. L'Emodinamica miranese continua ad essere un punto di riferimento per il territorio vasto, in tutta l'Ulss 3 Serenissima e ben oltre i confini dell'Azienda sanitaria e del Veneto​".​
​Aprendo i lavori e portando il saluto dell'Ulss 3 Serenissima, il Direttore dei Servizi Sociosanitaria Massimo Zuin ha sottolineato come questi siano i mesi in cui chi opera in sanità aspettava il riproporsi di eventi come le Giornate di Cardiologia interventistica: "Congressi, momenti di studio e di condivisione, seminari aperti - ha detto - sono appuntamenti importantissimi per la comunità scientifica. E attendevamo la ripresa dell'attività congressuale come il sintomo di una ripresa più vasta, complessiva, di un ritorno alla normalità negli ospedali, normalità che poi nei nostri ospedali è ricerca, innovazione, affinamento continuo delle tecniche e delle terapie, come dimostra appunto il programma odierno. Ci accorgiamo che questa normalità efficace e piena di progressi è ancora lontana dal realizzarsi appieno, per la nuova pressione del Covid; ma la Giornata di Mirano è un segno di speranza, di impazienza del mondo della sanità; questo mondo è pronto da tempo a chiudere la lunga e dolorosa parentesi dell'epidemia - purtroppo ancora aperta, non certo per per colpa del sistema sanitario o della comunità scientifica - e intende farlo presto, intende farlo comunque, intende farlo riprendendo in mano il proprio futuro operoso nonostante il Covid e i suoi ultimi colpi di coda".
Ricerca nel sito