Home > Archivio News > Covid19: l'Ulss 3 porta il vaccino nelle strutture per i disabili. Prosegue la "doppia" vaccinazione nelle Case di Riposo

Covid19: l'Ulss 3 porta il vaccino nelle strutture per i disabili. Prosegue la "doppia" vaccinazione nelle Case di Riposo

sabato 12 Novembre 2022
E' cominciata giovedì, nella Comunità alloggio Sant'Alvise a Cannaregio, l'attività vaccinale anti Covid19 nelle strutture che, nei diversi territorio dell'Ulss 3 Serenissima, accolgono persone disabili: "Sono state undici le dosi somministrate nella prima uscita - spiega il dottor Vanni Stangherlin - ed è già programmata la prossima tornata, che riguarderà il Centro diurno Sant'Alvise a Castello. Siamo così impegnati a somministrare la vaccinazione in tutte le strutture per disabili, sia residenziali che semiresidenziali". La situazione delle positività in queste strutture non è particolarmente preoccupante: "Nel corso degli ultimi mesi - spiega Stangherlin - ci sono stati dei casi di positività isolati, ma non veri e propri cluster. La situazione è risultata sempre sotto controllo: ad oggi vengono segnalati solo alcuni casi di positività in due sole strutture presso il Centro il Portico di Dolo e presso la struttura residenziale per disabili La Villetta di Salzano. L'Azienda sanitaria ha comunque provveduto a stilare il calendario per organizzare la vaccinazione di tutte le strutture, calendario strutturato secondo il Distretto di appartenenza. Non è prevista, come nelle Case di Riposo, la co-somministrazione con vaccinazione anti-influenzale, che resta in carico al relativo Medico di Medicina Generale.
L'attività vaccinale iniziata ieri, con personale messo a disposizione dall'Ulss 3 che si reca presso le strutture, si completerà per quanto riguarda il Distretto 1, di Venezia- ed Estuario, la prossima settimana. Seguirà la vaccinazione nelle strutture per disabili dei Distretti della Terraferma Veneziana, di Mirano-Dolo e del territorio di Chioggia. L'Azienda sanitaria prevede di somministrare la vaccinazione a 419 ospiti/utenti, già eleggibili, e ad una novantina di operatori.

Anche nelle Case di Riposo procede l'attività vaccinale con la somministrazione della seconda dose booster, o IV dose, che è iniziata lo scorso mese di maggio: "Per quanto riguarda la positività al Covid19 - sottolinea il dottor Stangherlin - dopo il picco di positivi raggiunto verso la fine del mese di luglio 2022, con 90 ospiti ospiti contagiati, la curva epidemiologica si è quasi azzerata nel corso del mese di settembre, ed ha poi ripreso a crescere a partire dal mese di ottobre. Attualmente si contano 54 ospiti e 40 operatori positivi. Da mesi, grazie all'intensa campagna vaccinale, gli anziani che si positivizzano sono colpiti dal virus senza averne effetti gravi: ad oggi, su 54 ospiti positivi uno solo è ricoverato in ospedale".
La vaccinazione viene effettuata da personale interno delle Case di Riposo con la supervisione dei medici coordinatori dell’Ulss 3 Serenissima.
Ad oggi risultano vaccinati contro il Covid 1428 ospiti, pari a circa il 43% degli ospiti totali presenti, che sono 3303: "Ricordiamo però che non tutti gli ospiti sono 'eleggibili' - sottolinea il dottor Stangherlin - in quanto devono essere trascorsi almeno 120 giorni dalla data dell’ultima positivizzazione e anche dalla data dell’ultima somministrazione; e se si ragiona sul totale degli ospiti 'eleggibili', che sono 1.841, allora la percentuale dei vaccinati sale al 77,6%".

Dalla fine del mese di ottobre, infine, nelle Case di Riposo è iniziata la co-somministrazione del vaccino anti Covid con il vaccino anti-influenzale.

 
Ricerca nel sito