Home > Covid 19: ingressi dall'estero

INGRESSI IN ITALIA DALL’ESTERO

INGRESSI IN ITALIA DALL'ESTERO DAL 26/10/2021
 
(DPCM del 02/03/2021, DL n. 52 del 22/04/2021 e ss.mm. ed ii., Ordinanza Ministero della Salute 14/05/2021, Ordinanza Ministero della Salute 29/07/2021, Circolare Ministero della Salute 03/09/2021 e 23/09/2021, Ordinanza Ministero della Salute 28/09/2021, Ordinanza Ministero della Salute 22/10/2021)

N.B. Dove non diversamente specificato, le seguenti informazioni sono in vigore fino al 15/12/2021.
N.B. Tutti coloro che fanno ingresso in Italia, da qualunque Stato o territorio (con esclusione di Città del Vaticano e della repubblica di San Marino), con qualunque mezzo, per qualunque motivazione e durata, hanno l'obbligo di compilare il Passenger Locator Form digitale (dPLF: https://app.euplf.eu/#/) e di segnalare immediatamente l'ingresso all'azienda sanitaria di competenza territoriale.


1. Ingressi a seguito di soggiorno o transito, nei 14 giorni precedenti l'ingresso in Italia, nei seguenti Paesi (elenco C all. 20 DPCM 02/03/2021):

Andorra, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse Isole Fær Øer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi (esclusi i territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Principato di Monaco, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi i territori nel continente africano), Svezia, Svizzera, Ungheria.

Tutti coloro che fanno ingresso in Italia dopo aver soggiornato o transitato nei precedenti 14 giorni nei Paesi di cui sopra:
  • Oltre all’obbligo di compilazione e di presentazione del dPLF: https://app.euplf.eu/#/;
  • Hanno l’obbligo di presentazione, al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, di una delle Certificazioni Verdi COVID-19, rilasciata o riconosciuta ai sensi del DL n. 52 del 22/04/2021, art. 9, comma 2, o di altra certificazione equipollente, da cui risulti, in alternativa:
    a) L’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido mediante tampone* nelle 48 ore precedenti l’ingresso nel territorio nazionale, con esito negativo;
    b) L’avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2 con attestazione del completamento del previsto ciclo vaccinale**;
    c) L’avvenuta guarigione da COVID-19 con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2;
  • Hanno l’obbligo di segnalare immediatamente l’ingresso in Italia al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria mediante compilazione dell'apposito modulo web (scaricabile CLICCANDO QUI).
In caso di ingresso in Italia in mancanza della Certificazione COVID-19 (o equipollente) è obbligatorio:
  • Osservare 5 (CINQUE) giorni di isolamento fiduciario presso il domicilio indicato nel Passenger Locator Form;
  • Eseguire un tampone molecolare o antigenico* al termine dell’isolamento.
Per informazioni in merito alle sedi, agli orari ed alle modalità per l’esecuzione del tampone si invita a consultare la pagina dedicata nel nostro sito aziendale al seguente indirizzo: CLICCARE QUI.

* Ai fini del rilascio della Certificazione verde COVID-19 i tamponi riconosciuti dalla normativa italiana (DL n. 52 del 22/04/2021, art. 9, c. 1) sono esclusivamente:
  • Test molecolare: test molecolare di amplificazione dell'acido nucleico (NAAT), quali le tecniche di reazione a catena della polimerasi-trascrittasi inversa (RT-PCR), amplificazione isotermica mediata da loop (LAMP) e amplificazione mediata da trascrizione (TMA), utilizzato per rilevare la presenza dell'acido ribonucleico (RNA) del SARS-CoV-2, riconosciuto dall'autorità sanitaria ed effettuato da operatori sanitari;
  • Test antigenico rapido: test basato sull'individuazione di proteine virali (antigeni) mediante immunodosaggio a flusso laterale, riconosciuto dall'autorità sanitaria ed effettuato da operatori sanitari.
** Ai fini del rilascio della Certificazione verde COVID-19 o equipollente, dev’essere stata effettuata una vaccinazione validata dall’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA): Comirnaty di Pfizer-BioNtech, Spikevax di Moderna, Vaxzevria di Astra Zeneca, Janssen di Johnson&Johnson, nonché: Covishield (Serum Institute of India), R-CoVI (R-Pharm) e Covid-19 Vaccine-recombinant (Fiocruz).
La Certificazione verde COVID-19 o equipollente dev’essere redatta in almeno una delle seguenti lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo.
Per informazioni in merito all’EU COVID Certificate è possibile consultare il sito del Ministero della Salute: CLICCARE QUI.
Eventuali deroghe o situazioni particolari previste dalla normativa vigente saranno valutate dal Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria che riceve la comunicazione di ingresso.

Ingresso in Italia di minori

N.B. Ai fini dell’ingresso in Italia, i bambini con età inferiore a 6 anni sono esentati dall’effettuazione del tampone.
N.B. I minori che hanno compiuto i 6 anni sono tenuti ad effettuare il tampone molecolare o antigenico nelle 48 ore precedenti l’ingresso in Italia.
I minori che fanno ingresso in Italia insieme ad un genitore munito di Certificazione Verde COVID-19 (e pertanto non tenuto ad effettuare quarantena) non sono tenuti ad effettuare la quarantena solo se hanno effettuato il tampone previsto prima dell’ingresso.
Qualora il genitore, insieme a cui il minore fa ingresso in Italia, non fosse in possesso della Certificazione Verde COVID-19 per l’ingresso in Italia e, di conseguenza, tenuto ad osservare 5 giorni di quarantena (si vedano le informazioni sopra riportate), anche il minore è tenuto ad osservare la quarantena, come il genitore, con esecuzione, se compiuti 6 anni di età, del tampone al termine della stessa.
Qualora il minore che ha compiuto 6 anni facesse ingresso in Italia senza avere effettuato il tampone come previsto (si veda sopra), osserverà un periodo di 5 giorni di quarantena con esecuzione di tampone molecolare o antigenico al termine dell’isolamento, indipendentemente dall’obbligo di isolamento del genitore con cui ha fatto ingresso in Italia.
Gli obblighi descritti sopra sono in vigore fino al 15/12/2021.
Per informazioni è possibile chiamare il n. verde 800938811 (dall’estero +39 041 8724999) o scrivere a infocovid-19@aulss3.veneto.it oppure consultare gli appositi siti web del Ministero della Salute o del Ministero degli Affari Esteri: http://www.viaggiaresicuri.it/.


2. Ingressi a seguito di soggiorno o transito, nei 14 giorni precedenti l'ingresso in Italia, nei seguenti Paesi (elenco D all. 20 DPCM 02/03/2021):

Arabia Saudita, Australia, Bahrein, Canada, Cile, Emirati Arabi Uniti, Giappone, Giordania, Israele, Kosovo, Kuwait, Nuova Zelanda, Qatar, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell’Isola di Cipro ed esclusi i territori non appartenenti al continente europeo), Repubblica di Corea, Ruanda, Singapore, Stati Uniti d’America, Ucraina, Uruguay, Taiwan, Regioni amministrative speciali di Hong Kong e Macao.

Coloro che fanno ingresso in Italia dopo aver soggiornato o transitato nei precedenti 14 giorni nei Paesi di cui sopra:
  • Oltre all’obbligo di compilazione e di presentazione del dPLF: https://app.euplf.eu/#/;
  • Devono aver effettuato un test molecolare o antigenico mediante tampone* nelle 72 ore precedenti l’ingresso nel territorio nazionale (48 ore per ingressi dal Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord), con obbligo di presentazione di esito negativo al vettore all’atto dell’imbarco o a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli dell’attestazione, nonché di comunicare e trasmettere il referto al Dipartimento di Prevenzione mediante l'indirizzo mail infocovid-19@aulss3.veneto.it;
  • Hanno l’obbligo, contestualmente, di presentazione al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, della Certificazione Verde COVID-19 attestante l’avvenuta vaccinazione completa anti-SARS-CoV-2 o di una certificazione di avvenuta completa vaccinazione anti-SARS-CoV-2 con attestazione del completamento del previsto ciclo vaccinale**;
  • Hanno l’obbligo di segnalare immediatamente l’ingresso in Italia al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria mediante compilazione dell'apposito modulo web (scaricabile CLICCANDO QUI).
In caso di ingresso in Italia in mancanza della Certificazione attestante l’avvenuta vaccinazione, è obbligatorio:
  • Osservare 5 (CINQUE) giorni di isolamento fiduciario presso il domicilio indicato nel Passenger Locator Form;
  • Eseguire un tampone molecolare o antigenico* al termine del periodo di isolamento.
* I tamponi riconosciuti dalla normativa italiana (DL n. 52 del 22/04/2021, art. 9, c. 1) sono esclusivamente:
  • Test molecolare: test molecolare di amplificazione dell'acido nucleico (NAAT), quali le tecniche di reazione a catena della polimerasi-trascrittasi inversa (RT-PCR), amplificazione  isotermica mediata da loop (LAMP) e amplificazione mediata da trascrizione (TMA), utilizzato per rilevare la presenza dell'acido ribonucleico (RNA) del SARS-CoV-2, riconosciuto dall'autorità sanitaria ed effettuato da operatori sanitari;
  • Test antigenico rapido: test basato sull'individuazione di proteine virali (antigeni) mediante immunodosaggio a flusso laterale, riconosciuto dall'autorità sanitaria ed effettuato da operatori sanitari.
** Ai fini del riconoscimento della validità della certificazione di vaccinazione, dev’essere stata effettuata una vaccinazione validata dall’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA): Comirnaty di Pfizer-BioNtech, Spikevax di Moderna, Vaxzevria di Astra Zeneca, Janssen di Johnson&Johnson, nonché: Covishield (Serum Institute of India), R-CoVI (R-Pharm) e Covid-19 Vaccine-recombinant (Fiocruz).
La Certificazione verde COVID-19 (o equipollente) dev’essere redatta in almeno una delle seguenti lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo.
Per informazioni in merito all’EU COVID Certificate è possibile consultare il sito del Ministero della Salute: CLICCARE QUI.
Per informazioni in merito alle sedi, agli orari ed alle modalità per l’esecuzione del tampone si invita a consultare la pagina dedicata nel nostro sito aziendale al seguente indirizzo: CLICCARE QUI.
A coloro che hanno esclusivamente soggiornato o transitato in Canada, Giappone o Stati Uniti d’America nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia è consentito l’ingresso a seguito di:
  • Presentazione del dPLF: https://app.euplf.eu/#/;
  • Presentazione al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, di una Certificazione Verde COVID-19 o di una certificazione rilasciata dalle Autorità Sanitarie locali da cui risulti, in alternativa:
    a) L’avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2 validata dall’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA): Comirnaty di Pfizer-BioNtech, Spikevax di Moderna, Vaxzevria, Janssen (Johnson&Johnson);
    b) L’avvenuta guarigione da COVID-19 con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2;
    c) Presentazione al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, di una certificazione attestante l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido mediante tampone* nelle 72 ore precedenti l’ingresso nel territorio nazionale, con esito negativo.
Eventuali deroghe o situazioni particolari previste dalla normativa vigente saranno valutate dal Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria che riceve la comunicazione di ingresso.

Ingresso in Italia di minori

N.B. Ai fini dell’ingresso in Italia, i bambini con età inferiore a 6 anni sono esentati dall’effettuazione del tampone.
N.B. I minori che hanno compiuto 6 anni sono tenuti ad effettuare il tampone molecolare o antigenico nelle 72 ore (48 ore se provenienti dal Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord) precedenti l’ingresso in Italia.
I minori che fanno ingresso in Italia insieme ad un genitore esonerato dall’effettuare la quarantena in quantomunito di Certificazione attestante l’avvenuta completa vaccinazione (o certificazione di avvenuta guarigione, se provenienti da Canada, Giappone o U.S.A.) e referto del tampone effettuato prima dell’ingresso in Italia, non sono tenuti ad effettuare la quarantena solo se hanno effettuato il tampone previsto prima dell’ingresso.
Qualora il genitore, insieme a cui il minore fa ingresso in Italia, non fosse in possesso della Certificazione attestante l’avvenuta completa vaccinazione (o certificazione di avvenuta guarigione, se provenienti da Canada, Giappone o U.S.A.) e del referto del tampone effettuato prima dell’ingresso in Italia e, di conseguenza, tenuto ad osservare 5 giorni di quarantena (si vedano le informazioni sopra riportate), anche il minore è tenuto ad osservare la quarantena, come il genitore, con esecuzione, se compiuti 6 anni di età, del tampone al termine della stessa.
Qualora il minore che ha compiuto 6 anni facesse ingresso in Italia senza avere effettuato il tampone come previsto (si veda sopra), osserverà un periodo di 5 giorni di quarantena con esecuzione di tampone molecolare o antigenico al termine dell’isolamento, indipendentemente dall’obbligo di isolamento del genitore con cui ha fatto ingresso in Italia.
Gli obblighi descritti sopra sono in vigore fino al 15/12/2021.
Per informazioni è possibile chiamare il n. verde 800938811 (dall’estero +39 041 8724999) o scrivere a infocovid-19@aulss3.veneto.it oppure consultare gli appositi siti web del Ministero della Salute o del Ministero degli Affari Esteri: http://www.viaggiaresicuri.it/.
N.B. Per ingressi mediante voli CoViD tested si consulti il punto 4).


3. Ingressi a seguito di soggiorno o transito, nei 14 giorni precedenti l'ingresso in Italia, da altri Paesi (elenco E all. 20 DPCM 02/03/2021):

N.B. Per informazioni relative alle possibili limitazioni all’ingresso in Italia da questi Paesi, nonché all’uscita verso gli stessi (art. 49 del DPCM del 02/03/2021, art. 5 dell'Ordinanza Ministero della Salute 29/07/2021 e art. 5 dell'Ordinanza Ministero della Salute 22/10/2021), si invita a consultare le Autorità di Frontiera o i seguenti indirizzi del Ministero degli Affari Esteri (http://www.viaggiaresicuri.it/) o del Ministero della Salute: CLICCARE QUI.
N.B. Per ingressi mediante voli CoViD tested si consulti il punto 4).
N.B. Per ingressi da: Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana, Egitto limitatamente alle zone turistiche di Sharm el-Sheikh e Marsa Alam, dopo avere usufruito dei «Corridoi Turistici COViD free», si consulti il punto 5).

Tutti coloro che nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia hanno soggiornato o transitato in paesi DIVERSI da quelli di cui agli elenchi ai punti 1 e 2, con esclusione dello Stato di Città del Vaticano e della Repubblica di San Marino, da cui l’ingresso è senza restrizioni:
  • Oltre all’obbligo di compilazione e di presentazione del dPLF: https://app.euplf.eu/#/;
  • Hanno l’obbligo di segnalare immediatamente l’ingresso in Italia al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente per territorio; se nell’ambito dell'Azienda ULSS 3 Serenissima, mediante compilazione dell'apposito modulo web (scaricabile CLICCANDO QUI) e devono aver effettuato un test molecolare o antigenico mediante tampone nelle 72 ore precedenti l’ingresso nel territorio nazionale, con obbligo di presentazione di esito negativo al vettore all’atto dell’imbarco o a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli dell’attestazione, nonché di comunicare e trasmettere il referto al Dipartimento di Prevenzione mediante l'indirizzo mail infocovid-19@aulss3.veneto.it.
È prescritto un periodo di 10 (DIECI) giorni di isolamento fiduciario presso il domicilio indicato nel Passenger Locator Form anche in presenza di referto negativo del tampone di cui sopra e l’esecuzione di un tampone molecolare o antigenico al termine dell’isolamento.
Per ulteriori informazioni in merito agli orari ed alle modalità per l’esecuzione del tampone si invita a consultare la seguente pagina: CLICCARE QUI.
Eventuali deroghe dall’obbligo di tampone o quarantena o situazioni particolari previste dalla normativa vigente saranno valutate dal Dipartimento di Prevenzione che riceve la comunicazione di ingresso.
N.B. In nessun caso sono accettati referti di test sierologici; l'unico test attualmente riconosciuto è rappresentato dal test molecolare o antigenico per mezzo di tampone.

Ingresso in Italia di minori

N.B. Ai fini dell’ingresso in Italia, i bambini con età inferiore a 6 anni sono esentati dall’effettuazione del tampone.
N.B. I minori che hanno compiuto 6 anni sono tenuti ad effettuare il tampone molecolare o antigenico nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia.
Gli obblighi descritti sopra sono in vigore fino al 15/12/2021.
Per informazioni è possibile chiamare il n. verde 800938811 (dall’estero +39 041 8724999) o scrivere a infocovid-19@aulss3.veneto.it oppure consultare gli appositi siti web del Ministero della Salute o del Ministero degli Affari Esteri: http://www.viaggiaresicuri.it/.


5. Ingressi mediante voli CoViD tested.

Si fa presente che i voli CoviD tested sono esclusivamente i voli che rispondono alla seguente disciplina presente nel sito web del Ministero della Salute, dove si può trovare anche il riferimento alle Ordinanze autorizzative con le relative tratte: CLICCARE QUI.
L’ingresso in Italia, esclusivamente mediante tali voli, permette l’esonero dall’esecuzione della quarantena ex art. 51 c. 7 lettera p) del DPCM del 02/03/2021.


6) Ingressi mediante corridoi turistici CoViD free.

(Ordinanza Ministero della Salute 29/09/2021)

Coloro che fanno ingresso in Italia a seguito di soggiorno ad: Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana, Egitto limitatamente alle zone turistiche di Sharm el-Sheikh e Marsa Alam, dopo avere usufruito dei «Corridoi Turistici CoViD free», sono esonerati dalla quarantena se presentano:
  • certificazione attestante l’esito negativo di un test molecolare o antigenico effettuato a mezzo di tampone nelle 48 ore precedenti l’imbarco;
e
  • certificazione attestante l’esito negativo di un test molecolare o antigenico effettuato a mezzo di tampone all’arrivo all’aeroporto internazionale in Italia.
Le disposizioni di cui sopra sono in vigore fino al 31/01/2022.
 
Ultimo aggiornamento: 26/10/2021
Ricerca nel sito