Home > Comunicati SISP VM

Comunicati del Servizio

comunicato n. 4
Tra le malattie trasmesse da vettori, la cosiddetta Febbre del Nilo Occidentale, è oramai endemica nelle nostre zone a dispetto del nome. Ogni anno infatti sono frequenti le segnalazioni di zanzare portatrici del virus (Flavivirus), soprattutto nelle zone del delta del Po, della Laguna e del litorale vicino a quarto d’Altino. Questo lavoro certosino di ricerca delle zanzare portatrici avviene grazie al monitoraggio entomologico messo a punto dall’IZSVe di Legnaro con una serie di “trappole” dislocate sul territorio con le quali vengono catturate le zanzare adulte (zanzara comune del genere Culex) che vengono successivamente catalogate e analizzate dai parassitologi del laboratorio di Legnaro.Anche quest’anno sono state segnalate positività nelle zone sopra menzionate che possono dare origine anche a infezione nell’uomo. Secondo le indicazioni del “Piano Regionale di Sorveglianza Integrata e Misure di lotta ai Vettori anno 2017” le Aziende Sanitarie e le Amministrazioni Comunali interessate hanno intensificato la vigilanza sul territorio disponendo interventi mirati al contenimento della proliferazione delle zanzare, anche se i siti di maggiore riproduzione delle zanzare si trova in aree private.Le azioni da mettere in atto da parte dei cittadini sono di due tipi:
  1. prevenire lo sviluppo delle larve di zanzara eliminando tutte le raccolte d’acqua presenti vicino alle case, oppure proteggendo con semplici zanzariere i contenitori di accumulo di acqua o infine trattando con prodotti in vendita nei consorzi, nelle farmacie o nei grandi supermercati le zone con acqua (es. i tombini delle case)
  2. proteggersi dalle punture delle zanzare: la nostra zona va infatti considerata come una zona tropicale e viste le abitudini della zanzare comune, è raccomandato posizionare sulle finestre delle abitazioni delle zanzariere per impedire l’ingresso delle zanzare attratte dalla luce e prima di uscire è opportuno utilizzare repellenti cutanei.
Informazioni interessanti sul controllo delle zanzare e sul corretto uso di repellenti cutanei sono disponibili al seguente indirizzo  http://www.regione.veneto.it/web/sanita/igiene-e-sanita-pubblica  

comunicato n. 3
Il 31 maggio 2018 si sta avvicinando e le imprese devono prepararsi per registrare in tempo le sostanze chimiche che producono o importano.
Per fare questo occorre contattare l'ECHA per accertarsi se la sostanza di proprio interesse è già stata registrata da altre imprese.
Se la sostanza è già stata registrata, seguire le indicazioni dell'ECHA per condividere con le altre imprese registranti i dati da presentare.
Se la sostanza non è stata registrata, avviare le attività necessarie per predisporre il fascicolo di registrazione.
Per maggiori informazioni sugli obblighi previsti dal regolamento può essere consultata la pagina www.reach.gov.it/informazione-limpresa

comunicato n. 2
Visto il persistere di elevati livelli di inquinamento atmosferico da PM10, il cui accumulo è favorito dalle attuali condizioni meteorologiche di stabilità atmosferica, è opportuno attenersi ad alcune indicazioni di prevenzione e protezione della salute elencate nell'allegato documento, prodotto dalla Società Italiana di Igiene http://www.igienistionline.it/docs/2016/02decalogo.pdf
L'aggiornamento inerente lo stato di qualità dell'aria nel Veneto e nel territorio del Veneziano, è consultabile dal sito ARPAV
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/aria/qualita-dellaria/dati
Per ulteriore approfondimento si segnala, inoltre, che sono disponibili gli ultimi dati dell'Inventario delle Emissioni in Atmosfera  (INEMAR) distinti per area geografica, per tipologia di inquinante e per settore produttivo, al sito http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/aria/emissioni-di-inquinanti/inventario-emissioni
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/aria/qualita-dellaria/metodologia/approfondimenti/inquinanti-atmosferici#pm

comunicato n. 1
“Ordinanza del Comune di Venezia. Misure di contenimento dei livelli di concentrazione degli inquinanti atmosferici. Limitazioni all’utilizzo degli impianti e degli apparecchi di riscaldamento. Stagione 2016-17”
Ultimo aggiornamento: 08/09/2017
Ricerca nel sito