Home > Archivio News > Chioggia, il vescovo Dianin ai sanitari: "L'ospedale come la concattedrale, e voi siete i lottatori della vita" 

Chioggia, il vescovo Dianin ai sanitari: "L'ospedale come la concattedrale, e voi siete i lottatori della vita" 

giovedì 07 Aprile 2022

"Questo ospedale è la concattedrale di Chioggia. E voi sanitari siete i lottatori della vita e i nemici della morte, grazie". Si è conclusa in questo momento all'ospedale di Chioggia la santa messa presieduta dal vescovo di Chioggia Giampaolo Dianin. Invitato dall'ULSS 3 Serenissima, con le sue parole monsignor Dianin esprime la sua vicinanza a sanitari e malati che da due anni combattono contro il Coronavirus e il resto delle malattie.
"Cari medici voi siete I lottatori della vita e i nemici della morte. Qui, all'ospedale di Chioggia, la vita la curate, la proteggete, a volte la fate anche rinascere - dice il vescovo -. Siete i lottatori della vita, sì, ma quante volte sperimentate l'impotenza, la frustrazione, la voglia di non lottare più. Quando dovete dire a qualche familiare che non ci sono speranze è come annunciare la morte. Quante volte il medico sperimenta l'inevitabile fallimento: perché la morte è comunque inevitabile. Ma Gesù ci parla di una medicina dell'anima ed è quella di cui oggi, a pochi giorni dalla Pasqua, facciamo memoria. La Pasqua è la vittoria della vita sulla morte. E per voi lottatori della vita, la Pasqua sia forza grande".
"Io sono qui oggi per dirvi grazie per il vostro essere lottatori per la vita - continua monsignor Dianin - . Grazie per essere tra le membra malate dei figli amati da Dio. Grazie per le vostre vittorie sulla malattia, ma anche per quando sperimentate la sconfitta. Grazie per quanto lottate per questo ospedale, grazie per il vostro desiderio autentico di essere qui tra i malati. Grazie perché custodite la casa della vita della città, della compassione e della tenerezza. Questa è la concattedrale della nostra cattedrale di Chioggia".
"Buona Pasqua a tutti i miei collaboratori che in questo ospedale stanno dando tantissimo - si è unito agli auguri il direttore generale dell'Ulss 3 Serenissima Edgardo Contato -. Questi uomini e donne curano veramente le persone, pendendosi cura dell'integrità dell'essere umano, non solo della sua salute. E lo stanno facendo con tanta professionalità e, posso dirlo, con tanto amore".
La celebrazione è stata trasmessa in diretta nel canale Youtube ufficiale dell'azienda sanitaria e diffuso sempre in diretta in tutte le televisioni presenti nel presidio ospedaliero.


 
Ricerca nel sito