Home > Archivio News > Chiesa di San Lazzaro: per la restituzione all'Ospedale Civile nasce, e si affianca all'Ulss 3, un Comitato di alto livello e tutto al femminile

Chiesa di San Lazzaro: per la restituzione all'Ospedale Civile nasce, e si affianca all'Ulss 3, un Comitato di alto livello e tutto al femminile

lunedì 22 Febbraio 2021
Un comitato, e un comitato di sole donne, si costituisce con l'intento di promuovere il restauro della chiesa di San Lazzaro dei Mendicanti, la chiesa dell'Ospedale Civile di Venezia. "L'Ulss 3 Serenissima - sottolinea il Direttore Generale Giuseppe Dal Ben - trova in questo Comitato 'Rinasce San Lazzaro dei Mendicanti' un partner importante, insieme al quale perseguire quello che è il nostro comune obiettivo, e cioè restituire la chiesa di San Lazzaro dei Mendicanti alla sua originaria bellezza, e restituire questo luogo di culto all'Ospedale Civile, in cui è inserito come luogo essenziale, per la sua funzione 'terapeutica' in particolare per chi sente che anima e corpo si curano insieme. Per questo oggi affidiamo al Comitato qui costituitosi l'impegno di raccogliere le risorse necessarie al restauro, e di far sì che questo progetto di restituzione, che segue altri importanti restauri già realizzati nell'Ospedale dall'Ulss 3 e dalla Regione Veneto, prosegua spedito fino alla sua realizzazione"
Il Direttore Generale ha affidato il mandato per il restauro della chiesa al Comitato "Rinasce San Lazzaro dei Mendicanti", che si è appositamente costituito, con una breve cerimonia formale: "Al servizio di questo progetto - spiega la Presidente del Comitato, Gabriella Chiellino - uniscono le loro competenze e le loro forze sette donne tutte portatrici di un ruolo di primo livello nelle realtà pubbliche e private della nostra città. Condividono con me la stessa determinazione: prendersi cura della chiesa dell'Ospedale Civile, tutelare e rinnovare questo luogo dal rilevante valore storico e artistico, ma soprattutto permettere a questo luogo di essere più pienamente al servizio delle celebrazioni cultuali dell'Ospedale. Pensiamo in particolare al momento delle esequie, ma anche al fatto che la chiesa di San Lazzaro possa essere utilizzata come vero e proprio punto di riferimento per chi, ricoverato in Ospedale, o familiare di una persona ricoverata, cerchi la possibilità di partecipare alle funzioni religiose, o un luogo dove trovare un momento di conforto e di preghiera". La chiesa è già oggi oggi è aperta al pubblico dalle 7.00 alle 17.30, per servizio liturgico e servizio culturale, e l'intervento che si prefigura le renderà anche in queste funzioni più bella, a norma, adeguata e pienamente godibile.
Compongono il Comitato, insieme a Gabriella Chiellino (Presidente del Gruppo eAmbiente e Delegata Fondazione Bellisario Venezia), Ines Marini Pasini (Presidente della Corte di Appello di Venezia)Renata Codello (Segretario generale Fondazione Cini), Antonella Franch (Primario di Oculistica dell'Ulss 3 Serenissima), Tiziana Lippiello (Rettore Cà Foscari), Giovanna Mar (Architetto e docente IUAV) e Chiara Boldrin (Consigliere di Banca d’Italia Venezia). Così costituito al femminile, il Comitato "Rinasce San Lazzaro dei Mendicanti" ricorda l'impegno plurisecolare delle putte dell'Ospedale.
Il Comitato "Rinasce San Lazzaro dei Mendicanti" ha già ottenuto, come punto di partenza per il restauro della chiesa, uno studio di fattibilità realizzato e offerto gratuitamente dall'architetto mestrino Stefano Battaglia, che lo ha steso con una particolare attenzione alla sostenibilità del restauro stesso e all'utilizzo di materiali e impianti ecocompatibili anche se ovviamente coerenti ed adeguati alla qualità storica del monumento; il Comitato avvia ora le proprie attività di fundraising, in sinergia con l'Azienda sanitaria e con il patrocinio della Fondazione Bellisario del Veneto e della Scuola Grande di San Marco, sollecitando la partecipazione di tutti coloro che, privati enti, intendono sostenere la restituzione della chiesa di San Lazzaro al suo splendore e alla sua funzione primaria.
L'intervento si svolgerà in continuità con il recente restauro che ha riguardato l'intera facciata sul Rio dei Mendicanti e il vestibolo e la sacrestia della chiesa di San Lazzaro, oltre che con il complessivo restauro e riuso degli ambienti dell’antico Ospedale di San Lazzaro dei Mendicanti.  
Ricerca nel sito