Home > Archivio News > CUP aperti e potenziati per far fronte alle richieste: linee telefoniche raddoppiate e canali diversificati

CUP aperti e potenziati per far fronte alle richieste: linee telefoniche raddoppiate e canali diversificati

martedì 23 Giugno 2020
Come più volte ribadito in questi giorni, l’Ulss 3 Serenissima ha messo in campo tutte le strategie per far fronte al raddoppio delle chiamate ai call center del Cup, arrivate con l’affievolirsi dell’emergenza epidemiologica.
La congestione del traffico telefonico è dovuta soprattutto al fenomeno delle chiamate ripetute da parte degli utenti, che non trovando immediatamente risposta effettuano a distanza di pochi minuti numerose telefonate. Al raddoppio delle telefonate si è risposto raddoppiando (in alcuni casi triplicando) le linee telefoniche, da 105 a 270, e aumentando il personale all’altro capo del telefono. Le linee telefoniche bidirezionali attive sono passate da 60 a 120 nel distretto di Venezia - Mestre, con 43 operatori disponibili; da 30 a 90 nel distretto di Mirano - Dolo, con 32 operatori in campo; da 15 a 60 nel distretto di Chioggia. 

Una volta presa la linea, un nuovo messaggio raccomanda ora agli utenti, nel caso in cui non riescano a parlare subito con l’operatore, di lasciare il loro recapito telefonico senza effettuare ulteriori telefonate: l’Ulss si impegna a ricontattarli tutti entro massimo 48 ore.
Per le visite di controllo dopo la prima, prescritte dallo specialista, le cosiddette visite di follow up, è stata messa a disposizione una nuova modalità di prenotazione: è il servizio Cup che ora chiama il paziente per riferirgli data e ora dell’appuntamento, senza la necessità che sia l’utente a dover contattare il servizio di prenotazioni.
Per facilitare le prenotazioni di esami e visite mediche l’Azienda sanitaria si rende poi disponibile su diversi fronti, oltre a quello telefonico. Un nuovo servizio internet permette al cittadino di inviare online, sul sito dell’Ulss 3, i dati della propria prescrizione: in questo caso il Cup ricontatta l’utente comunicandogli la data dell’appuntamento. Se preferisce, sempre dopo aver inserito i dati della ricetta, l’utente può anche ricevere direttamente un promemoria con la data dell’appuntamento già fissata. La stessa procedura è attivabile anche da da tablet e smartphone con l’app dedicata dell’Azienda sanitaria. Inoltre è possibile prenotare le prestazioni sanitarie anche attraverso le farmacie convenzionate sul territorio: nel distretto veneziano hanno aderito 81 farmacie su 101, 60 su 72 a Mirano Dolo e tutte le 22 di Chioggia. 

È stata comunque riaperta per gli utenti anche la via tradizionale della prenotazione agli sportelli, sia nelle sedi ospedaliere che in quelle distrettuali. Da ieri, negli orari di apertura, si può accedere liberamente agli sportelli senza la necessità di prenotare un appuntamento. Solo all’ospedale dell’Angelo, stamattina, sono state effettuate 258 prenotazioni e 299 operazioni di cassa. Sette gli operatori presenti.
Questi gli orari per le prenotazioni nelle sedi ospedaliere:
·        Ospedale Civile di Venezia: si accede al Cup, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 12
·        Ospedale dell’Angelo di Mestre: si accede al Cup, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 12
·        Ospedale di Mirano: si accede al Cup, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 12.
·        Ospedale di Dolo: si accede al Cup, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 12
·        Struttura sanitaria di Noale: si accede al Cup, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 12
·        Ospedale di Chioggia: si accede al CUP, dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 17 e il sabato dalle 7.30 alle 12
 
Ricerca nel sito