Breast Unit

 

Orari

Visite:

lunedì dalle ore 8.30 alle ore 13.30
giovedì dalle ore 15.30 alle ore 19.00


Modalità di accesso

Per appuntamenti contattare il CUP Aziendale.

 
L’ambulatorio senologico prevede l’esecuzione di:
  • prime visite senologiche
  • medicazioni di pazienti operate per patologie mammaria
  • visite senologiche di controllo di pazienti operate di chirurgia mammaria ricostruttiva
Per le pazienti affette da patologia mammaria viene applicato il PDTA delle Rete Oncologica Veneta (ROV). Gli elementi cardine di tale percorso sono due: la multidisciplinarietà e la presa in carico della paziente, ove con “presa in carico” si intende la programmazione dell’iter di diagnosi e terapia successive, in base all’esito di quanto già eseguito, la raccolta di tutte le informazioni disponibili e la capacità di monitorare l’intero percorso diagnostico-terapeutico. La paziente inviata dal medico di medicina generale per patologia mammaria, viene quindi presa in carico dal Chirurgo Senologo che esegue la visita senologica e che stabilisce l’iter successivo che consiste in:
  • programmazione studio mirato radiologico e/o ecografico (UOC Radiologia)
    • risultati negativi: chiusura del percorso diagnostico, consegna del referto alla paziente e al medico di Medicina Generale
    • risultati positivi: vengono eseguiti ulteriori accertamenti che prevedono:
      • agoaspirazione per esame citologico (FNAC) e/o agobiopsia per esame istologico (FNAB) della lesione sospetta: la lettura dei vetrini è ad opera dell’UOC di Anatomia Patologica
      • biopsia chirurgica
Tutte le pazienti che dagli accertamenti di secondo livello risultano affette da patologia mammaria maligna, vengono portate a discussione in sede di Meeting Multidisciplinare che prevede la condivisione del percorso diagnostico-terapeutico con uno staff di specialisti dedicati alla senologia (Chirurgo Senologo, Oncologo, Radiologo, Anatomopatologo, Genetista).Per le pazienti che aderiscono al programma di Screening, le mammografie refertate sono inviate alla Segreteria dello Screening e il percorso  prevede:
  • risposte negative: le donne che risultano negative rientrano nel normale percorso di screening. Viene inviata loro una lettera
  • risposte sospette e/o positive: la segreteria dello screening telefona alla paziente e la informa della necessità di un approfondimento di II livello e lo organizza. Una volta eseguito l’accertamento di II livello, la paziente viene inviata comunque a visita chirurgica senologica per l’eventuale successivo iter terapeutico.
Infine in ambulatorio senologico qualora dovesse emergere dall’anamnesi un’importante familiarità per neoplasia mammaria e/o ovarica, il chirurgo senologo si avvale della collaborazione dei colleghi oncologi i quali si occuperanno, presso l’ambulatorio dei tumori eredo-familiari, dell’individuazione, del trattamento e del follow-up sia dei soggetti affetti che dei familiari ad alto rischio per tumore mammario.
 
FileDimensioneAzioni
Tumore_al_seno903.29 KB
Ultimo aggiornamento: 23/08/2021