Home > Archivio News > All'Ospedale dell'Angelo telecamere scanner per la temperatura e un nuovo ingresso dal park

All'Ospedale dell'Angelo telecamere scanner per la temperatura e un nuovo ingresso dal park

mercoledì 09 Settembre 2020
Tre telecamere sensibili alla temperatura e tre monitor che comunicano la lettura agli addetti della portineria: si svolge attraverso un sofisticato sistema introdotto da alcune settimane la misurazione della temperatura corporea all'ingresso dell'Ospedale dell'Angelo.
Il sistema inquadra gli utenti in ingresso (indipendentemente dal fatto che siano in transito o che siano fermi per le altre operazioni di verifica delle prerogative d'accesso alla struttura) e riporta le immagini delle persone sui monitor schierati all'Info point. Sugli stessi monitor, la temperatura registrata dalle speciali telecamere appare sovrapposta all'immagine di ogni utente. Tre semafori collocati a soffitto vicino alle telecamere, a cui sono collegati, segnalano con la luce rossa la rilevazione di una temperatura non idonea. 
"Il sistema introdotto - commenta il Direttore generale dell'Ulss 3 Serenissima Giuseppe Dal Ben - consente agli operatori un monitoraggio rapido, efficace, che non crea rallentamenti. La rilevazione della temperatura avviene su ogni utente che passa attraverso l'ingresso ed entra nell'ospedale, anche quando ad accedere sono più persone contemporaneamente. Questa innovativa modalità di rilevazione della temperatura si affianca agli altri controlli, con i quali il personale dell'Angelo continua a verificare anche se chi chiede di entrare nell'ospedale ha titolo per farlo e lo fa secondo le modalità consentite. In questa fase però, mentre teniamo alta la guardia, introduciamo anche quelle innovazioni tecnologiche che consentono, là dov'è possibile, di accelerare i tempi e di ridurre l'attesa degli utenti".
Sempre per limitare, pur in un quadro di forte garanzia, le difficoltà delle persone che accedono all'ospedale, è stato anche realizzato un nuovo accesso che dal parcheggio introduce ai locali di ingresso dell'ospedale. In primo luogo questo nuovo ingresso facilita l'accesso delle persone in carrozzina o con difficoltà di movimento, che prima erano costrette a farsi aiutare per oltrepassare le due pesanti porte di sicurezza che si aprivano in modo tradizionale. Queste ultime ora, pur mantenute per ragioni di sicurezza, vengono lasciate costantemente aperte. 
Con questo nuovo ingresso si offre anche un percorso sicuro dal punto di vista igienico, oltre che breve e diretto, per chi arriva in ospedale in auto e la parcheggia: "Il nuovo varco dal parcheggio è adeguato anche alle misure anti Covid-19 - spiega Dal Ben - e fa accedere chi lascia l'auto nel parcheggio attraverso una porta a vetri scorrevole, senza la necessità di farsi strada toccando le porte o le maniglie. È quindi un altro segno di attenzione all'igiene, in un momento in cui anche quelli che possono sembrare dettagli sono invece gesti importanti per la tutela della salute, sia quella di chi accede all'ospedale, sia quella di chi nell'ospedale è ricoverato".
 
Ricerca nel sito