I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > Fisica Medica, a Mestre il convegno degli specialisti sulla “Cone Beam CT”

Fisica Medica, a Mestre il convegno degli specialisti sulla “Cone Beam CT”

venerdì 13 Ottobre 2017
Mestre e il suo Ospedale come luogo riconosciuto per la ricerca e la divulgazione in sanità: lo conferma anche il convegno odierno, che vede riuniti al Padiglione Rama fisici medici, medici radioterapisti, radiologi, neuroradiologi, maxillofacciali, odontoiatri.
Il convegno è organizzato dalla Scuola Superiore di Fisica in Medicina “P. Caldirola”, che per la prima volta ha scelto Mestre come sede per il suo evento, ed ha come coordinatore scientifico la dottoressa Sonia Reccanello, Direttrice della Fisica Sanitaria dell’Ospedale dell’Angelo.
Intitolato “Cone Beam CT: dalla diagnostica alla radioterapia”, il convegno vede coinvolti le diverse discipline, impegnate sempre più a raffrontare congiuntamente l’iter diagnostico e terapeutico rispetto al paziente. “Questo vale in particolare – spiegano gli organizzatori – nell’utilizzo della ‘Cone Beam CT’, innovativa tecnica di imagining, che è stata alla base negli ultimi anni alla base di importanti innovazioni in ambito diagnostico e terapeutico ed è tuttora in forte evoluzione”. Il corso è quindi finalizzato a fornire da un lato gli elementi teorici per conoscere le diverse implementazioni tecnologiche e dall’altro gli strumenti operativi da utilizzare nel processo di ottimizzazione dell’impiego di questa tipologia di apparecchiature. Ai partecipanti vengono illustrate le peculiarità delle metodiche di acquisizione e di formazione delle immagini, le sorgenti di possibili artefatti e alterazioni della qualità dell’immagine, le modalità di valutazione della dose al paziente e i relativi valori più frequenti per i diversi protocolli clinici. Per le diverse discipline viene presentato sia il punto di vista del clinico sulle potenzialità attuali e future della tecnologia, che quello del fisico medico sulle strategie e misure da mettere in atto per una corretta gestione dei processi di assicurazione della qualità e di tutti gli aspetti di radioprotezione.
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito